Possibile omicidio-suicidio a Roma. Un maresciallo della Guardia di Finanza e la compagna sono stati trovati morti in casa.

ROMA – Possibile omicidio-suicidio a Roma. Secondo quanto riportato dall’Ansa, un tenente della Guardia di Finanza ha rinvenuto in casa senza vita un maresciallo delle Fiamme Gialle e la compagna. Le indagini sono ancora in corso, ma la prima ricostruzione è quella di una ennesima tragedia familiare. L’uomo avrebbe prima ucciso la moglie e poi si sarebbe tolto la vita con la stessa arma.

Sono in corso tutte le ricostruzioni del caso per cercare di capire il motivo di questo gesto. Nelle prossime ore saranno interrogati i parenti e gli amici della coppia per aver maggiori informazioni.

L’indagine

La Procura di Roma ha aperto un’indagine per ricostruire meglio quanto successo. A lanciare l’allarme è stata una donna, tenente della Guardia di Finanza. Il militare si è recata nell’appartamento del maresciallo perché non aveva notizie dell’uomo da diverso tempo.

Al suo arrivo, però, si è trovata davanti ad una scena terribile. Per l’uomo e la donna non c’era più niente da fare. E’ in corso un’indagine per ricostruire meglio quanto successo e capire il motivo di questo possibile omicidio-suicidio. Una tragedia che ha sconvolto l’intera Capitale.

Ambulanza
Ambulanza

A Roma indagini in corso per il presunto suicidio di una modella

Sono in corso le indagini a Roma per il presunto suicidio di una modella di 30 anni. Il corpo senza vita della giovane è stato rinvenuto nella notte tra venerdì 9 e sabato 10 in un cortile di un B&B. Il magistrato ha autorizzato l’autopsia sul corpo della donna per accertare meglio le cause di questa vicenda. Nessuna ipotesi è esclusa e si valuta anche la possibilità di una istigazione al suicidio.

Nei prossimi giorni saranno effettuati tutti gli approfondimenti del caso e si cercherà di ricostruire meglio quanto successo in questa struttura.


Caso Regeni, chiesto il processo per quattro uomini dei servizi segreti egiziani. Uno dei testimoni: “Uccisero Giulio e decisero di depistare le indagini”

Malika cacciata di casa perché lesbica, indaga la Procura