L’arrivo di Omicron2 coincide con la primavera e l’arrivo dell’allergia, ecco come non confonderle.

Il periodo dell’allergia e delle riniti allergiche arriva con la primavera e questa volta anche con il diffondersi della variante Omicron2. Sono molti i sintomi che il virus ha in comune con l’allergia come congiuntivite, rinite, stanchezza. Per questo dobbiamo stare attenti ad accorgerci delle differenze per capire se si tratta della solita allergia stagionale o della nuova variante del Covid19.

Per non confonderle l’immunologo Mauro Minelli responsabile per il Sud-Italia della Fondazione per la medicina personalizzata ci dà delle dritte. “Si tratta di patologie che hanno indubbiamente un forte impatto sulla popolazione considerando che, secondo fonti aggiornate e accreditate, in Italia circa la metà della popolazione soffrirebbe di allergie respiratorie con un trend in aumento costante“. Questo è un dato da tenere in considerazione dato che non poche persone soffrono di allergia, e il dato sembra essere in aumento.

Test tampone Covid
Test tampone Covid

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Come distinguere i sintomi allergici dal Covid19

La particolarità di Omicron2 e soprattutto Omicron2 è quella sua straordinaria capacità di infettare le cellule della mucosa del naso per questo può avere sintomi che possono essere confusi con la cosiddetta “febbre da fieno”. I suoi disturbi sono prevalentemente legati alle vie respiratorie che possono essere confusi con chi soffre di asma allergica.

Nelle forme stagionali di rinite i sintomi predominanti sono costituiti da crisi di violente e irrefrenabili starnutazioni, colanaso con rinorrea acquosa e trasparente, prurito e congestione nasale; meno frequenti sono prurito al palato, gola e orecchi”- sottolinea l’immunologo. Nelle forme perenni questi sintomi sono più sfumati e prevale soprattutto l’ostruzione nasale, eventualmente complicata dalla sovrapposizione di sintomi come disturbi della fonazione, riduzione dell’olfatto.

Il Covid19 come la sua sottovariante Omicron invece si presentano in modo inaspettato. Il covid ha un esordio molto repentino con febbre e brividi assenti nei sintomi allergici così come il mal di gola, tosse e fiato corto, mal di testa e dolenzia generale e articolare. Altro elemento distintivo del Covid19 è la perdita di gusto e di olfatto. Assenti invece sono i sintomi allergici come prurito al naso e agli occhi, arrossamento lacrimazione.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 26-03-2022


Pasqua e Covid: ecco le restrizioni

Squadra militare speciale Tiger Team: cos’è e cosa significa