Incidente sul lavoro a Roma, due operai morti in un cantiere edile: sarebbero caduti da un’altezza di venti metri circa.

Roma, due operai morti dopo un volo di venti metri. I due lavoravano in un cantiere edile in Piazza Lodovico Cerva. Stando a quanto riferito dall’ANSA, le vittime sarebbero due italiani di 29 e 53 anni. Secondo una prima ricostruzione i due erano impegnati nel tagliare una trave, quando sarebbero caduti da una altezza di venti metri circa.

Roma, due operai morti in un cantiere edile: sono precipitati da un’altezza di venti metri circa

Stando alle prime informazioni a disposizione, l’incidente sarebbe avvenuto intorno alle ore 10.45 in piazza Lodovico Cerva, a pochi chilometri dall’Eur e a pochi metri dalla Città Militare della Cecchignola, venuta alla ribalta per aver ospitato i primi soggetti positivi al coronavirus tornati nel Paese dalla Cina.

Secondo quanto appreso, i due erano al lavoro in un cantiere edile e stavano lavorando all’ottavo piano di un edificio in costruzione quando sono precipitati da una distanza di venti metri circa.

Per i due non c’è stato nulla da fare. Le vittime sarebbero due cittadini italiani. Il più giovane aveva 29 anni, il più grande 53.

Le cause e la dinamica dell’incidente

Restano da chiarire la dinamica e le cause dell’incidente sul lavoro, avvenuto in una zona residenziale e a pochi metri da una scuola elementare, ovviamente chiusa per le vacanze estive e prima ancora per l’emergenza coronavirus. Gli investigatori dovranno accertarsi se siano state osservate o meno le norme di sicurezza e se si sarebbe potuta evitare la tragedia.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca evidenza roma

ultimo aggiornamento: 20-07-2020


G8, il libro sul Diaz getta un’ombra sulla versione ufficiale

Sputano su maniglie e citofoni per trasmettere il Covid: la bande terrorizzano Trastevere