Maxi risse a Cremona, arrestati sette ragazzi di età compresa tra i 15 e i 18 anni. Altri diciotto nel registro degli indagati. Gli episodi di violenza filmati e condivisi sulla rete.

Sette ragazzi sono stati arrestati dai carabinieri di Cremona per le risse che negli ultimi tempi avevano spaventato i residenti.

Organizzavano maxi risse in strada, sette ragazzi arrestati a Cremona

L’indagine, che oltre ai sette ragazzi arrestati conta diciotto persone nel registro degli indagati, ha portato alla luce una fitta rete di persone che usavano i social network per darsi appuntamento on una delle vie o delle piazze della città per prendere di mira giovani e giovanissimi.

Gli agguati e le risse, diventate ormai una consuetudine, finivano anche in rete sulla pagina Instagram Cremona.dissing.

I soggetti arrestati, alcuni in carcere e alcuni attualmente ai domiciliari, sono ragazzi di età compresa tra i 15 e i 18 anni.

Le accuse a carico dei ragazzi fermati sono quelle di rapina e tentata estorsione, concorso in atti persecutori, spaccio di sostanze stupefacenti, danneggiamento e risse.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Carabinieri
fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/

Il fenomeno della Jumpata: cos’è

Per le vie di Cremona aveva preso piede il fenomeno della jumpata, come viene chiamato in gergo. Il branco provocava una persona e poi tutti i componenti del gruppo gli saltavano letteralmente addosso aggredendolo, prendendolo a calci e pugni. Il tutto veniva puntualmente filmato e condiviso sulla rete, come un trofeo, un’impresa di cui fregiarsi.


Lutto nel mondo del cinema, è morto Ugo Gregoretti

Ora Casarini sfida Salvini in barca a vela