Padre Alex Zanotelli ai giovani: “Mandate a quel paese chi vi dice che siete il futuro: voi siete il presente”.

Chi è Alex Zanotelli? Un padre di origini comboniane. Un uomo che ha speso la sua intera esistenza, sostenendo i più bisognosi, gli ultimi, coloro spogliati e privi di qualsiasi punto di riferimento, su questa Terra, molto spesso crudele.

Padre Alex è uno di quegli esseri umani che ha voluto conscientemente toccare con mano la povertà e viverla, nella sua essenza più basilare e straziante. Alex Zanotelli ha infatti vissuto per ben 12 anni, all’interno delle baraccopoli del Kenya e del Korogocho, ossia in due degli angoli di mondo, maggiormente devastati da fame e povertà.

La battaglia di Alex? Un lotta continua contro il razzismo, la guerra, la fame e tutte quelle atrocità indicibili, di cui l’essere umano sembra ormai essersi macchiato, in forma permanente ed ineluttabile.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I pensieri di un missionario

Padre Alex ha scritto un libro: “Lettera alla tribù bianca“. Il volume racconta una parte (sebbene irrisoria rispetto al suo intero background narrativo), legata alle battaglie di Alex. Alcuni stralci, sembrano toccare l’anima e scuotere, ad un tempo.

giovani al lavoro
giovani al lavoro

Zanotelli si confida ai microfoni di Fanpage.it: “Continuiamo a guardare il Sud del mondo con disprezzo, abbiamo occupato il mondo dal 1500, giustificandolo con il fatto di avere la civiltà, la cultura e la religione, come se gli altri non le avessero. Il suprematismo bianco ce lo portiamo dentro e dobbiamo averne enorme paura, perché se continuiamo così, siamo destinati a sbranarci vicendevolmente”.

Alex è un vulcano e la sua analisi, mirata quanto cruda, n’è la prova tangibile. Zanotelli approfondisce anche il tema del razzismo di Stato, un topic legato a doppio nodo, con le politiche dell’odio: “Anche in Italia, il suprematismo bianco è presente in tutta la destra, credo che l’assalto al congresso americano sia l’evidenza di questo fenomeno e credo che ritornerà, perché Trump farà di tutto per tornare”.

Zanotelli parla poi ai giovani: “Mandate a quel paese chi vi dice che siete il futuro, il futuro non esiste, voi siete l’unico presente che abbiamo e tocca a voi cambiare radicalmente tutto, datevi da fare ragazzi, perché è questione di vita o di morte, tocca a voi difendere la vita su questo pianeta”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 17-06-2022


Gli abusi su minori alle frontiere

Julian Assange sarà estradato negli Stati Uniti