Subito sono intervenute le ambulanze, che hanno trasportato i due paracadutisti in codice rosso in ospedale.

La vicenda ha avuto luogo a Milano, ad Abbiategrasso. Due paracadutisti si sono lanciati durante le celebrazioni per l’80esimo anniversario della battaglia di El Alamein. Durante l’esecuzione sono finiti fuori dal campo previsto per l’atterraggio, finendo in mezzo alle case.

Ambulanza

Subito sono intervenute le ambulanze, che hanno trasportato i due paracadutisti in codice rosso in ospedale. Qualcosa è andato storto durante l’esecuzione: i due, invece di atterrare nel luogo previsto, sono finiti contro lo scivolo di un garage sotterraneo di un condominio e l’altro è atterrato sulle piante di un giardino. Secondo quanto appreso fino ad ora, i due hanno riportato diverse fratture lungo tutto il corpo. Nonostante ciò, i due paracadutisti non sarebbero in pericolo di vita.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il programma della celebrazione

Dieci i paracadutisti che hanno partecipato all’evento lanciandosi, divisi in due gruppi diversi. Anziché atterrare nella zona prevista, per ragioni ancora non note, due di loro sarebbero finiti in mezzo alle case. Ad organizzare la celebrazione il Comune di Abbiategrasso, l’associazione Bersaglieri, quelle dei Carristi e dei Paracadutisti sul campo dell’oratorio di San Pietro.

La manifestazione si è tenuta per celebrare gli 80 anni della battaglia di El Alamein. Ciò ha provocato numerose proteste da parte di alcune associazioni. Tra queste, anche l’Anpi. Il programma della giornata prevedeva una parata di moto storiche, un’esibizione di arti marziali, e il lancio dei dieci paracadutisti. Il tutto si è svolto nel corso della mattinata di oggi. Mentre per il pomeriggio era previsto il concerto della fanfara dei Bersaglieri e un convegno sul tema “Passione e gloria ad El Alamein”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 31-10-2022


Sciatrice operata per sbaglio: “Non riuscivo a capire nulla”

Claudio Mandia, lo studente suicidatosi nel college di New York