La Casa bavarese ha sviluppato un sistema di assistenza alla guida che aiuta il guidatore ad effettuare la manovra di parcheggio in maniera semplice e veloce.

Le auto di più moderna generazione, specie quelle di fascia medio alta, possono vantare una dotazione tecnologica ampia ed articolata, in grado di supportare il conducente in svariati contesti di guida. Tra i sistemi più diffusi ci sono quelli di assistenza al parcheggio che utilizzano telecamere posteriori e sensori per rendere la manovra il più semplice possibile. Ogni Casa costruttrice sviluppa in maniera autonoma questo tipo di tecnologia, per poi proporla sui propri modelli di gamma. La Toyota è stata la prima Casa automobilistica ad introdurre un sistema del genere, denominato IPAS (Intelligent Parking Assist System), offerto già nel 1999 sui modelli Lexus e sulla versione ibrida della Prius destinata al mercato interno.

Da allora, i sistemi di parcheggio assistito si sono diffusi sempre più e oggi fa spesso parte della dotazione di serie. Tra le Case che hanno sviluppato una propria tecnologia vi è la BMW. Il marchio tedesco ha messo a punto un sistema denominato ‘Parking Assistant’: vediamo di seguito di cosa si tratta, come funziona e su quali modelli è disponibile.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Cos’è e come funziona il Parking Assistant BMW

Il Parking Assistant sviluppato dalla BMW e offerto sui modelli più recenti della Casa dell’elica è un sistema di assistenza alla guida che facilita le manovre per il parcheggio parallelo. Esso si compone di tre elementi:

  • Auto PDC, ovvero Active Park Distance Control;
  • BMW Driver Assistance Plus;
  • Driver Assistance Plus II.

In generale, il sistema interagisce con altri dispositivi quali telecamere posteriori e laterali, sensori e lo schermo touch dell’infotainment di bordo. L’assistenza al parcheggio controlla lo sterzo mentre il guidatore può manovrare il pedale dell’acceleratore, quello del freno e la leva del cambio. Chi si trova alla guida può contare sul supporto visivo offerto dalle immagini proiettate sul Control Display grazie ad una telecamera che supporta il guidatore anche durante la retromarcia. Inoltre, se l’auto si avvicina troppo ad un altro veicolo oppure ad un ostacolo di qualsiasi genere, il guidatore viene avvertito per mezzo di una serie di segnali acustici e visivi.

Dal punto di vista tecnico, il Parking Assistan funziona in questo modo:

  • mentre l’auto si affianca allo stallo in cui dovrà essere parcheggiata, dei sensori ad ultrasuoni quantifica lo spazio di parcheggio disponibile; in aggiunta, i sensori riescono a determinare anche il margine di manovra presente dall’altra parte della vettura;
  • il sistema calcola la traiettoria ideale per effettuare la manovra e assume il controllo dello sterzo, dei freni e dell’acceleratore.

Per attivare Parking Assistant BMW il guidatore deve premere l’apposito tasto fisico presente all’interno dell’abitacolo. In tal modo, sul display di controllo verranno visualizzate le immagini riprese dalle telecamere (oltre ad una spunta sull’icona che identifica il Parking Assistant). Sullo schermo compaiono le istruzioni destinate al guidatore: quando i sensori hanno individuato una porzione di spazio utile e sufficientemente ampia, compare l’avviso di frenare l’auto. Una volta arrestata la vettura, bisogna azionare la freccia che indichi la direzione in cui si vuole parcheggiare.

A questo punto è necessario tenere premuto il pulsante del Parking Assistant, togliendo le mani dallo sterzo e sollevando il piede dal pedale del freno. Va tenuto presente come, nonostante la completa automazione del sistema, il guidatore resta personalmente responsabile della manovra: per tanto è chiamato a prestare la massima attenzione e ad intervenire tempestivamente per evitare incidenti.

Nel caso in cui le condizioni di guida lo rendano necessario, è possibile disattivare in maniera immediata il Parking Assistant rilasciando il pulsante di comando. Quando la manovra è stata portata al termine, sul display compare l’avviso di rilascio del pulsante di comando.

Il BMW Driver Assistance Plus

Come già sottolineato, il sistema di assistenza alle manovre di parcheggio offerto dalla BMW può essere integrato nel Driver Assistance Plus e nel Driver Assistance Plus II. Si tratta di due ‘pacchetti’ piuttosto esclusivi, offerti sono in abbinamento ai sistemi di navigazione Business o Professional e solo su modelli equipaggiati con una trasmissione automatica Steptronic, come quella presente sulla Serie 7.

Il Driver Assistance Plus comprende: telecamera laterale in 3D, informazione sui limiti di velocità, Lane Departure Warning, Frontal Collision Warning con City Collision Mitigation, Daytime Pedestrian Protection e sistema di rilevamento dell’angolo cieco. Il Driver Assistance Plus II, invece, offre Traffic Jam Assistant, Active Lane Keeping Assistant con Side Collision Avoidance e Cruise Control attivo con sistema Stop&Go.

I sistemi di parcheggio assistito possono essere ulteriormente integrati dal Park Place Assistant che segnala i posti liberi dove parcheggiare e dall’app ParkNow, che consente di pagare la tariffa di sosta senza utilizzare denaro contante.

Il pacchetto Parking Assistant Plus

Per alcuni modelli alto di gamma, come ad esempio la Serie 5 Touring, la BMW propone un pacchetto completo che assiste il guidatore in ogni genere di manovra di parcheggio, non solo in strada.

Come si legge sul sito ufficiale della Casa bavarese, “il pacchetto Park Assistant Plus facilita il parcheggio e le manovre. Include il Surround View con Top View, Remote 3D View, Park Distance Control (PDC) e l’assistente di parcheggio con guida in direzione longitudinale, che parcheggia automaticamente la vettura negli spazi che si trovano in senso parallelo o trasversale alla corsia di marcia“.

Sulla Serie 5 Touring è disponibile anche il Remote Control Parking, che – fanno sapere dalla BMW – “consente al guidatore di scendere dall’auto e parcheggiarla mediante telecomando, facendola avanzare in un’area di parcheggio stretta o in un garage e successivamente farla uscire dal parcheggio all’indietro. La funzione Remote Control Parking viene attivata dal guidatore al di fuori della vettura utilizzando la BMW Display Key”.

Il pacchetto Park Assistant Plus è offerto su modelli recenti ed alto di gamma, sia per quanto riguarda le berline sia i SUV:

  • BMW Serie 3 berlina (model year 2019)
  • BMW Serie 3 Touring
  • BMW Serie 5 Touring
  • BMW Serie 6 Gran Turismo
  • BMW Serie 7 (model year 2019)
  • BMW Serie 8 Gran Coupé
  • BMW X3 M
  • BMW X4 M
  • BMW X5
  • BMW X6
  • BMW X7
  • BMW M8 Coupé
  • BMW M8 Gran Coupé
  • BMW M8 Cabrio

Dove Trovare la gamma BMW in Piemonte

Per trovare le migliori offerte sulla gamma BMW in Piemonte possiamo visitare le concessionarie del gruppo Autocrocetta a Torino e a Biella. Oltre ai principali modelli nuovi, possiamo trovare anche ottimi prodotti d’occasione grazie all’iniziativa Universo dell’Usato.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 29-03-2020


Formula 1, la proposta della Ferrari a Vettel

Binotto, “Potremmo correre 2-3 gare a gennaio, forse cancellando le prove libere”