Conclusa la nomina per il primo ramo del Parlamento: Ignazio La Russa otiene 116 voti conquistando la presidenza al Senato.

Il fondatore di FdI, Ignazio La Russa, con 116 voti (su una maggioranza di 104) è stato eletto presidente del Senato. Sessantasei sono state le schede bianche mentre due voti sono andati a Liliana Segre e altrettanti a Calderoli. L’Aula di Palazzo Madama ha festeggiato il momento con un lungo applauso. La Meloni commenta: “Orgogliosi che i senatori abbiano eletto un patriota, un servitore dello Stato, un uomo innamorato dell’Italia”.

Ignazio La Russa
Ignazio La Russa

Prende ufficialmente il via la XIX legislatura. Ignazio La Russa è stato eletto presidente del Senato con 116 voti, superando la maggioranza necessaria di 104. Sessantacinque le schede bianche mentre due voti sono andati a Liliana Segre, che presiede l’Aula, e altrettanti per Calderoli.

Giorgia Meloni ha commentato: “Orgogliosi che i senatori abbiano eletto un patriota, un servitore dello Stato, un uomo innamorato dell’Italia”. Nessuno ha raggiunto a Montecitorio il quorum richiesto di 267 voti, i due terzi dei componenti dell’Assemblea, necessario per far scattare l’elezione. Della seconda votazione programmata delle 14, intanto c’è una prima fumata nera nell’Aula della Camera nella prima votazione per l’elezione del presidente.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La Russa ringrazia Calderoli

Il senatore di FdI ha ringraziato il leghista Roberto Calderoli per aver fatto un passo indietro sulla presidenza del Senato. La Russa ha commentato dicendo che “è un gesto di grande generosità, come me e forse più di me aveva i titoli per ambire alla presidenza di Palazzo Madama. Lo ringrazio per la scelta, che è politica, rinnovandogli la mia gratitudine e amicizia”.

L’accordo raggiungo sul suo nome “è un segnale di grande compattezza del centrodestra”. Mantenerla anche per la formazione del governo è il “nostro obiettivo, dimostrare che il centrodestra sa sempre trovare la sintesi”. A chi gli chiede se varrà anche per la squadra dell’esecutivo “speriamo, non metto mai il carro davanti ai buoi”.

Ringraziamenti di La Russa

“Non ci crederete ma non l’ho preparato minimamente un discorso ma certamente prima dei ringraziamenti, che sono abituali e sentiti, voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno votato, quelli che  non mi hanno votano e quelli che si sono astenuti e se mi consentite quelli che mi hanno votato pur non facendo parte della maggioranza di centrodestra”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

formazione governo

ultimo aggiornamento: 13-10-2022


Parlamento: fumata nera alla Camera. FI non partecipa alla chiama

Camera, seconda votazione per eleggere il presidente