Pechino, Putin incontra Xi Jinping: ecco cosa succede per l'Ucraina
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Pechino, Putin incontra Xi Jinping: ecco cosa succede per l’Ucraina

Vladimir Putin

Il presidente russo Putin è in Cina per una visita di Stato, discutendo con Xi Jinping su legami economici e militari sull’Ucraina.

Giovedì, il leader cinese Xi Jinping ha dato il benvenuto a Pechino al presidente russo Vladimir Putin, giunto in Cina per una visita di Stato di due giorni. Questa è la prima visita di Putin dall’inizio del suo quinto mandato, mentre la Russia continua la sua offensiva nel nord-est dell’Ucraina. L’incontro evidenzia il crescente legame tra i due leader autocratici.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Putin è stato accolto con tutti gli onori militari presso la Grande Sala del Popolo, situata accanto a Piazza Tienanmen nel cuore della capitale cinese. Durante il colloquio successivo, Xi ha lodato Putin per la sua rielezione e ha celebrato il 75º anniversario delle relazioni diplomatiche tra l’ex Unione Sovietica e la Repubblica Popolare Cinese.

Xi Jinping
Xi Jinping

Legami sempre più stretti tra Russia e Cina

Dal 2022, anno in cui è stato firmato il rapporto “senza limiti“, la Russia è diventata sempre più dipendente economicamente dalla Cina. Le sanzioni occidentali hanno costretto Mosca a dirottare le sue esportazioni di energia verso la Cina e a contare sulle aziende cinesi per l’importazione di componenti high-tech per le industrie militari russe.

La cooperazione tra i due Paesi non si limita solo all’economia. Negli ultimi anni, Russia e Cina hanno rafforzato i loro legami militari attraverso una serie di esercitazioni congiunte. Tra cui simulazioni navali e pattugliamenti con bombardieri a lungo raggio. Putin ha dichiarato di aver condiviso con la Cina tecnologie militari avanzate, contribuendo a potenziare la capacità di difesa cinese.

Putin elogia l’iniziativa “nuova via della seta”

Il presidente russo ha elogiato l’iniziativa “Nuova via della seta” di Xi Jinping, che mira a costruire infrastrutture per collegare la Cina ai suoi vicini, promuovendo così l’industria cinese in un periodo di calo della domanda interna.

Alla vigilia della visita, Putin ha dichiarato ai media cinesi che il Cremlino è pronto a negoziare sul conflitto in Ucraina. Ha sottolineato che la Russia non ha mai rifiutato di negoziare e cerca una soluzione sostenibile e giusta attraverso mezzi pacifici, considerando gli interessi di tutti i Paesi coinvolti.

La visita di Stato di Putin in Cina coincide con una nuova offensiva russa nella regione di Kharkiv, in Ucraina, che ha costretto migliaia di persone a fuggire. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha insistito che qualsiasi negoziato deve includere il ripristino dell’integrità territoriale dell’Ucraina e altre condizioni cruciali per Kiev.

Putin ha apprezzato il piano di pace cinese per l’Ucraina, nonostante il rifiuto dell’Ucraina e dell’Occidente. Il piano, secondo Putin, propone passi costruttivi per raggiungere la pace senza perseguire interessi acquisiti e minimizzando l’impatto negativo del conflitto sull’economia globale.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2024 17:27

La proposta di Conte: “Cara Giorgia Meloni, vieni da Mentana…”

nl pixel