Pedofilia nella Chiesa, confermata la condanna a George Pell

Pedofilia nella chiesa, Tribunale dell’Australia ha giudicato George Pell colpevole di abusi sessuali su minori. La condanna confermata dopo il ricorso.

Pedofilia, confermata la condanna a George Pell, il consigliere finanziario di Papa Francesco riconosciuto come colpevole di abusi sessuali su due ragazzi di tredici anni. Respinto dunque il primo ricorso dell’ex prelato che potrebbe decidere di fare nuovamente ricorso.

George Pell condannato a sei anni di carcere

Il cardinale è stato condannato a sei anni di carcere per abusi sessuali. Potrà chiedere la libertà su cauzione dopo tre anni e otto mesi di detenzione.

Pedofilia, George Pell giudicato colpevole di abusi sessuali

La sentenza è stata emessa da un tribunale australiano che ha riconosciuto Pell colpevole delle accuse di abusi sessuali su minori. Il ministro dell’Economica vaticano continua a dichiararsi innocente e, alla vigilia della sentenza di condanna, aveva fatto sapere di essere intenzionato a procedere con il ricorso in appello.

La Giuria del Tribunale dello stato di Victoria, composto da dodici membri, ha espresso con verdetto unanime la sentenza di colpevolezza.

Papa Francesco
Papa Francesco

La ricostruzione del fatti: Pell avrebbe molestato due ragazzi di tredici anni

I fatti in questione risalgono al 1996, quando George Pell, all’epoca cinquantacinquenne, avrebbe abusato di due ragazzi di tredici anni che facevano parte di un coro.

Anche l’arcivescovo Mark Coleridge indagato

Anche l’arcivescovo di Brisbane Mark Coleridge è finito sotto indagine, lui per il suo rapporto con una donna che gli avrebbe offerto informazioni su abusi ai danni di minori avvenuti all’interno della sua diocesi. Di fronte alle informazioni ottenute, Coleridge avrebbe dato alla donna della pettegola e non avrebbe approfondito la vicenda.

ultimo aggiornamento: 21-08-2019

X