Peugeot 2008: look sportivo e comfort alla guida
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Peugeot 2008: il crossover dal look sportivo a bassi consumi

Peugeot 2008: il crossover dal look sportivo a bassi consumi

Dopo l’esordio del 2013, con il restyling del 2016, la Peugeot 2008 offre un frontale degno di un SUV a tutti gli effetti conservando le caratteristiche estetiche e di guida di una sportiva.

La Peugeot 2008 è un modello di SUV crossover prodotto dalla casa automobilistica francese Peugeot a partire dal 2013. Progettata da Gilles Vidal e sviluppata a partire dal concept denominato HR1 presentato già nel 2010 al Salone di Parigi, la 2008 debutta al Salone dell’Auto di Ginevra nel 2013. Dal 2016, la casa del Leone ha proposto e immesso sul mercato un restyling che ha riguardato soprattutto l’estetica del frontale. Ne esiste anche una versione da competizione, la Peugeot 2008 DKR.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Scheda tecnica Peugeot 2008

Dal punto di vista tecnico, la 2008 viene assemblata a partire dalla stessa piattaforma modulare della 208 (anch’essa progettata da Vidal), ovvero la PSA PF1. L’assetto è quello del SUV/crossover a cinque porte omologato per una capacità di cinque persone.

Nella Peugeot 2008 dimensioni compatte e buona abitabilità interna vengono coniugate in maniera moderna ed efficace. L’auto è lunga poco più di quattro metri (4.159 mm), è alta 1.560 mm e larga tra i 1.739 e i 1.829 mm; il passo è poco più lungo di due metri e mezzo (2.538 mm). La capienza interna può essere aumentata abbattendo i sedili posteriori; in tal modo, la capacità del vano porta bagagli può passare da un minimo di 350 ad un massimo di 1.200 decimetri cubici.

Come detto, il modello ha subito un restyling nel 2016. Rispetto alla generazione di lancio, la nuova versione della 2008 presenta gli stessi ingombri ma un frontale ridisegnato in maniera piuttosto significativa. L’anteriore, infatti, diventa più piatto e muscolare, molto simile a quello di un vero e proprio Sport Utility Vehicle. La forma dei gruppi ottici resta la stessa, mentre la griglia diventa più grande, abbandonando il design a barre cromate orizzontali. La fascia paraurti, invece, conserva la stessa linea, con i proiettori fendinebbia inquadrati all’interno di un profilo cromato.

Novità anche per quanto riguarda gli interni. Il nuovo i-Cockpit Peugeot, infatti, prevede un volante regolabile a tre razze con comandi integrati piuttosto piccolo, dal carattere spiccatamente sportivo. Il quadro della strumentazione si trova in posizione sopraelevata mentre la connettività può essere gestita tramite lo schermo touch da 7” che si trova incorporato nella plancia. A rendere ancor più pregiato l’abitacolo contribuiscono gli inserti cromati e il soffitto illuminato con filamenti a LED.

La tecnologia di bordo comprende la funzione Mirror Screen, compatibile con MirrorLink o con Apple Carplay. Permette di visualizzare sul touchscreen il contenuto dello smartphone. Sul fronte sicurezza, la Peugeot 2008 offre una dotazione ampia e completa che include il Park Assist con retrocamera, l’Active City Brake  (ovvero il sistema attivo di frenata anticollisione), l’ABS, gli airbag, il controllo elettronico della stabilità e della trazione e il REF (ovvero il ripartitore elettronico di frenata).

Peugeot 2008
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/72007988@N04/8484565469

Le motorizzazioni Peugeot 2008

La gamma dei propulsori offerti in dotazione alla 2008 (tutti omologati secondo la normativa Euro 6) è piuttosto snella: due power train (uno a benzina e uno a diesel) declinati in differenti tagli di potenza. Per quanto riguarda la motorizzazione a benzina si tratta di 1.2 Pure Tech, con architettura a tre cilindri in linea e trazione anteriore. Nella versione da 82 CV (disponibili ad un regime di 5.750 giri) è in grado di spingere la 2008 fino a 168 km/h e di scattare da 0 a 100 km/h in 13.5 secondi. La variante da 110 CV, anch’essa abbinata alla trasmissione meccanica a cinque marce, tocca una velocità di punta pari a 191 km/h e raggiunge i 100 km/h da fermo in meno di dieci secondi (9.9). Il terzo taglio di potenza a completare la gamma è quello da 131 CV, erogati a 5.500 giri; questo tre cilindri sovralimentato è il migliore dei propulsori a benzina in termini di prestazioni, con una velocità massima di 203 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h di appena 8.6 secondi.

Per quanto concerne i motori a diesel, la casa del Leone offre tre versioni del 1.6 BluHDi, un turbodiesel con architettura a 4 cilindri in linea a trazione anteriore. Il taglio da 75 CV (a 3.500 giri) è abbinato ad un cambio meccanico a cinque marce e può raggiungere una velocità massima di 165 km/h con un’accelerazione da 0 a 100 km/h di 13.8 secondi. La versione da 99 CV è offerta con lo stesso cambio, fa registrare una velocità di punta superiore (182 km/h) e raggiunge i 100 km/h da fermo in 10.6 secondi. La gamma si completa con il motore da 120 CV, abbinato anche ad una trasmissione automatica a sei rapporti a controllo elettronico (il cambio EAT prodotto dalla Aisin). Per quanto riguarda le prestazioni, la velocità massima è di 193 km/h e lo scatto da 0 a 100 km/h è in 9.5 secondi.

Sul fronte consumi, i riscontri sono particolarmente positivi, sia per i motori benzina che diesel (in riferimento al ciclo misto). I primi hanno consumi che vanno dai 4.4 litri ai 5.1 litri per 100 km mentre i secondi si attestano su valori medi più bassi, compresi tra i 3.7 l e i 4 l. Anche per ciò che riguarda le emissioni, le due alimentazioni si presentano piuttosto ‘green’: i motori a benzina producono una quantità di CO2 compresa tra 103 g e 118 g a chilometro mentre i propulsori diesel fanno registrare emissioni tra i 96 g e i 98 g/km. La Peugeot 2008 utilizza la tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction) per il post-trattamento degli ossidi di azoto. Posizionata a monte del filtro antiparticolato, permette di ridurre i NOx fino al 90%, stando a quanto dichiarato dal costruttore.

Il listino prezzi Peugeot 2008

I prezzi di listino della Peugeot 2008 SUV sono in linea con gran parte dei modelli dello stesso segmento. Il costo di un determinato modello dipende, come sempre, dall’accoppiamento tra motorizzazione ed allestimento. La gamma con motori parte da un prezzo di circa 18.000, necessari per la versione base con power train a benzina da 82 CV mentre il modello più costoso è la versione Black Matt con motore da 110 CV e cambio elettronico EAT.

Le versioni spinte da motore diesel costano, in media, circa duemila euro in più. Il livello Active con motore da 75 CV è a listino a partire da 19.550 euro; anche in questo caso, l’allestimento Black Matt con la motorizzazione più potente (120 CV) e cambio a controllo elettronico è quello che costa di più: 27.950 euro.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/72007988@N04/8357716372

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/72007988@N04/8484565469

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2018 13:35

BMW, in arrivo la nuova Serie 3: le prime indiscrezioni

nl pixel