Il Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, dichiara che le esplosioni in Polonia di ieri sono state causate da missili ucraini.

Il Segretario generale dell’Alleanza atlantica Stoltenberg, dichiara dopo che ieri è stata colpita la Polonia: “L’incidente è avvenuto a causa della guerra scatenata da Putin, Kiev ha diritto di difendersi”. I missili di cui si era tanto parlato, sembrano essere stati lanciati dall’Ucraina, ma la Nato continua a difendere la nazione giustificando l’atto terroristico.

Missili Guerra
Missili Guerra

Il Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, dichiara che le esplosioni in Polonia di ieri sono state causate da missili ucraini. Ma la colpa è della Russia, perché ha iniziato l’invasione in Ucraina: “Kiev ha il diritto di difendersi”. Lo spiega durante la conferenza stampa svoltasi dopo la riunione del Consiglio Atlantico, chiarendo che “non ci sono indicazioni di un attacco deliberato e che la Russia stia preparando un attacco contro un Paese Nato”.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Non è colpa dell’Ucraina

Dopo l’attacco alla Polonia, ieri il mondo ha temuto che la guerra avesse preso una piega diversa allargandosi oltre i confini in conflitto. Il Segretario generale, cercando di calmare le acque, afferma che quanto avvenuto “dimostra che la guerra in Ucraina, che è colpa del presidente Vladimir Putin, continua a creare situazioni pericolose”.

In seguito all’azione aggressiva delle truppe russe, che hanno scheggiato e distrutto infrastrutture e obiettivi civili, “l’Ucraina ha tutto il diritto di difendersi”. Ma questo non vuol dire che il Paese di Zelensky debba essere preso sotto torchio. Come ha affermato anche la premier Giorgia Meloni, “la Russia sta distruggendo le infrastrutture ucraine, la responsabilità dell’accaduto è tutta russa”, ribadendo “pieno sostegno a Kiev”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 16-11-2022


Artemis 1 decolla, riparte la missione verso la Luna 

Twitter, Musk ai dipendenti: “Date tutto o licenziatevi”