Un taglio di massa non bastava per Twitter? I lavoratori rimasti dovranno fare i conti con un ultimatum ricevuto stanotte.

Stiamo assistendo al più grande taglio di personale attuato da una Big Tech. Elon Musk sta agendo in mniera graduale, o quasi, procedendo prima con il licenziamento dei top manager e successivamente con gran parte della forza lavoro. Del personale rimasto attivo nell’azienda di Twitter, oggi un’ennesima mail da parte del Chief del social network lo obbligherà a prendere una decisione.

twitter
twitter

Twitter sta navigando in cattive acque e, dopo il suo approdo come Chief dell’azienda, Elon Musk ha deciso di apportare dei tagli del personale per affrontare un futuro che non sembra dei migliori. Dopo l’avvertimento di inizio novembre in cui spiegava che sarebbe stata licenziata metà della forza lavoro, durante la notte invia l’ennesima mail in cui pone i lavoratori davanti ad un ultimatum.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

“Date tutto o licenziatevi”

Dopo aver licenziato 3.700 dipendenti e lanciato lo stop allo smartworking per quelli rimasti, Musk invita i lavoratori a prendere una decisione entro oggi: “Prepararsi a fornire prestazioni eccezionali o dimettersi in cambio di una buonuscita”.

In una mail pubblicata dal Washington Post, i dipendenti di Twitter trovano un link che rimanda a un modulo nel quale si invita ad accettare o meno la proposta entro mercoledì alle ore 17.00 del fuso di San Francisco (la mezzanotte italiana).

Prima di questo, però, il proprietario del social network spiega la sua decisione nel testo dicendo che le politiche aziendali di Twitter si faranno “molto severe” in futuro. Per questo motivo, sarà necessario “lavorare molte ore e ad alto ritmo”, e “solo prestazioni eccezionali costituiranno un voto sufficiente”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 16-11-2022


Nato: “Esplosione in Polonia causata da missili ucraini, ma….”

Cop27, Vanessa Nakate: “Chiediamo rimborsi per perdite e danni”