La Volkswagen starebbe ragionando sulla possibilità di portare la Porsche in Borsa. Trattativa già iniziata.

MILANO – La Porsche potrebbe arrivare in Borsa grazie alla Volkswagen. Secondo quanto riferito dall’Ansa, l’azienda tedesca sarebbe in trattativa con l’altro brand automobilistico per iniziare questa nuova avventura.

Si tratta di un passaggio sicuramente importante anche in ottica futura. Il momento non è dei più semplici per il settore dell’automotive e questo ingresso in Borsa potrebbe consentire di guardare con maggiore fiducia ai prossimi mesi.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La nota di Porsche

Le indiscrezioni sono state commentate anche da Porsche in una nota: “Anche in caso di adozione delle corrispondenti delibere, l’attuazione dell’operazione sarebbe comunque soggetta a ulteriori verifiche, tra cui l’approvazione definitiva da parte dei consigli di amministrazione, e all’evoluzione generale del mercato“.

Nei prossimi giorni, quindi, su questa vicenda sono attese importanti novità e non si esclude già un annuncio dell’accordo e dell’arrivo in Borsa da parte di Porsche. Un ingresso che, come detto in precedenza, si preannuncia fondamentale per rilanciare la propria economia dopo un periodo davvero complicato. La speranza naturalmente è quella di mettersi il prima possibile il momento difficile alle spalle e guardare con molta fiducia al futuro.

investimenti azioni borsa
investimenti azioni borsa

Settore dell’automotive in crisi

Il settore dell’automotive, come detto in precedenza, continua ad essere in crisi. La pandemia ha messo sempre di più in ginocchio questo mondo e non sarà per nulla semplice riuscire a superare questo periodo e guardare con maggiore fiducia il futuro.

Lo ha deciso di fare sicuramente Porsche con questo accordo con Volkswagen. Non ci restano da capire i dettagli dell’entrata in Borsa del brand automobilistico. Nei prossimi giorni avremo dei dettagli maggiori considerando che la trattativa è a buon punto e presto si attende un comunicato su questa nuova scommessa firmata da due leader del settore dell’automotive.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 22-02-2022


L’inflazione continua a correre in Italia: +4,8 per cento a gennaio. Anac: “Rivedere i prezzi degli appalti”

Covid, cambiano le regole per i viaggi in Italia