Il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture rilancia la proposta sulla portabilità della targa. Che cos’è e come funziona.

Superato il voto di sfiducia, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ha annunciato l’introduzione della nuova norma per la portabilità della targa nel momento dell’acquisto di una nuova automobile.

La targa personale

La proposta di Danilo Toninelli riguarda la cosiddetta targa personale dalla validità di quindici anni, direttamente riconducibile alla persona e non al veicolo. Nell’idea del ministro si tratta di una proposta in grado di far risparmiare tempo e soldi ai cittadini.

La prima doverosa specifica è che non si tratta di un’idea originale ma di una proposta vecchia di dieci anni anche se non è mai decollata.

La norma fu introdotta nel 2010 ma non è mai stato emanato un decreto del presidente della Repubblica per l’effettiva messa in atto del provvedimento. Scopo di Toninelli è quindi quello di sbloccare la situazione ovviamente con i dovuti accorgimenti legati alle nuove necessità emerse nel corso degli ultimi anni.

Mercato Auto Italia Ottobre 2018
Fonte immagine: https://twitter.com/Federauto_IT

Portabilità della targa: come funziona

Nel caso in cui dovesse essere approvata la proposta di Danilo Toninelli, al momento dell’acquisto di una nuova macchina (o comunque di un veicolo per il trasporto) riceverà la sua targa personale che resterà identificativa dell’automobilista per i successivi quindici anni. Al termine del periodo di validità si potrà procedere con l’iter burocratico per il rinnovo che dovrebbe portare alla ristampa della targa, che dovrebbe mantenere lo stesso codice.

Come funziona la targa personale nel caso dell’acquisto di una nuova automobile?

Realisticamente parlando nell’arco di quindici anni è probabile che l’utente possa decidere di cambiare automobile. Cosa succede in questo caso? La targa personale verrà rimossa dalla vecchia vettura e trasferita sulla nuova macchina.

Nel caso si acquisti un’automobile usata bisognerà trasferire la targa personale sulla nuova vettura. Questo a meno che non si decida di non dismettere la vecchia macchina. In quel caso – e nel caso in cui entrambe le macchine siano intestate alla stessa persona – bisognerà richiedere una seconda targa personale.


Station wagon: caratteristiche, vantaggi e svantaggi

MotoGP, la vittoria di Dovizioso in Qatar è confermata