Roma, l’ira di Pallotta dopo l’eliminazione dalla Champions: Sono stufo di questa mer…

Champions League, Porto-Roma. Le dichiarazioni del presidente Pallotta: “Mi sono rotto di questa mer…, siamo stati derubati”.

Nervi tesi in casa Roma dopo l’eliminazione dalla Champions League per mano del Porto in virtù di un calcio di rigore assegnato ai portoghesi nel secondo tempo supplementare e di un calcio di rigore negato ai giallorossi pochi minuti dopo.

Champions League, delusione Roma dopo la sconfitta con il Porto

I giocatori hanno fatto scudo a Di Francesco assicurando di essere dalla parte del mister, mentre il tecnico ha preferito non parlare al termine della partita facendo direttamente rotta verso il pullman della squadra, dove si è isolato in attesa dell’arrivo dei suoi calciatori.

Eusebio Di Francesco
Eusebio Di Francesco

Porto-Roma, le dichiarazioni di Pallotta

Ma la Roma ha voluto esprimere il suo dissenso per l’arbitraggio e lo ha fatto con il presidente Pallotta, che ha avuto parole durissime contro il direttore di gara.

Schick è stato atterrato in area, il VAR lo dimostra, e non viene fatto niente. Sono stufo di questa merda. Non ho più parole! Siamo stati derubati“, recita il messaggio condiviso dal presidente giallorosso sulla propria pagina Twitter.

Roma, esonero per Di Francesco?

Resta ora da valutare in casa Roma la posizione del tecnico Eusebio Di Francesco. Secondo le indiscrezioni circolate prima della partita proprio la sfida contro i portoghesi sarebbe stata decisiva per il futuro dell’allenatore giallorosso che avrebbe pensato addirittura di rassegnare le proprie dimissioni a prescindere dal risultato e dalla qualificazione.

L’epilogo della partita ha spostato l’attenzione (e le responsabilità) sull’arbitraggio e proprio questo potrebbe spingere la dirigenza a non esonerare il tecnico in vista di un finale di stagione delicato vista l’accesissima corsa per un posto in Champions League.

ultimo aggiornamento: 07-03-2019

X