Milan, suggestione Allegri per il futuro: si rincorrono le indiscrezioni

Rivoluzione Milan: via libera alle cessioni per aprire un ciclo… guidato da Allegri

Milan, si rincorrono le voci su un clamoroso ritorno di Massimiliano Allegri in panchina. Per il tecnico ci sarebbe un ruolo alla Ferguson.

Il Milan torna in prima pagina insieme con Massimiliano Allegri. Dopo un inizio di stagione critico, più difficile delle aspettative, i rossoneri hanno piazzato il colpo Ibrahimovic riaccendendo la miccia dell’entusiasmo. Il secondo nome sulla lista è quello di Politano – si parla di uno scambio con Kessié per regalare a Pioli un giocatore funzionale al suo modo di interpretare il calcio. La dirigenza si muoverà poi con cessioni anche di peso per costruire una rosa competitiva che, secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe essere affidata a Max Allegri.

Di seguito il tweet della prima pagina de la Gazzetta dello Sport.

Massimiliano Allegri al Milan, si rincorrono le voci su un clamoroso ritorno

Siamo al momento nella fase delle indiscrezioni, ma le voci di un ritorno di Allegri al Milan iniziano a farsi insistenti. E potrebbero avere un fondo di verità. L’ex allenatore della Juventus al momento non vede panchine particolarmente stimolanti e potrebbe decidere di iniziare una nuova avventura alla guida dei rossoneri. Soprattutto se la dirigenza gli offrisse un ruolo di allenatore-manager in stile Sir Alex Ferguson, che Allegri ha sempre invidiato.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

La sfida di Max

La strada per il ritorno di Allegri al Milan è tutta in salita, soprattutto se la squadra dovesse rimanere fuori dall’Europa. A quel punto la panchina del Diavolo sarebbe ancora meno allettante a meno Max non accetti una missione sulla carta quasi impossibile per rilanciare la sfida ad Antonio Conte e Maurizio Sarri. Partire da una squadra in crisi per riportarla ai vertici. A quel punto entrerebbe di diritto nella rosa dei candidati come miglior allenatore italiano.

Milan, sì alle cessioni di peso per fare cassa

Ma per arrivare ad Allegri serve un progetto serio, credibile, oltre che una squadra competitiva, in grado di ambire almeno all’Europa League. Per arrivare a questo obiettivo la dirigenza rossonera è disposta a cedere per fare cassa.

Gli intoccabili sarebbero Donnarumma, Leao, Theo Hernandez, Bennacer e Romagnoli , con qualche dubbio sul primo nome, l’unico in grado di portare nelle casse del Milan una buona somma di denaro. Gli altri, da Suso a Calhanoglu passando per Piatek (già con la valigia in mano dopo l’arrivo di Zlatan Ibrahimovic) il futuro sembra lontano da Milano.

ultimo aggiornamento: 10-01-2020

X