Il post sui social di Beppe Grillo sul reddito universale che rilancia le parole di Papa Francesco.

ROMA – Con un post sui social Beppe Grillo ha rilanciato la questione del reddito universale riprendendo le parole di Papa Francesco rilasciate in un’intervista ad Avvenire.

Il Papa: è ora di pensare ad un reddito universale – scrive sui propri profili il fondatore del M5s – #PapaFrancesco, vicino agli esclusi della globalizzazione, scrive: “forse è giunto il momento di pensare ad una forma di retribuzione“.

https://twitter.com/beppe_grillo/status/1249610432211570688

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Beppe Grillo: “E’ arrivato il momento di mettere l’uomo al centro”

Lo showman ligure è ritornato a rilanciare la vicenda del reddito universale chiedendo di mettere “l’uomo al centro e non più il mercato del lavoro“.

Per fare ciò – suggerisce Grillo – si deve garantire a tutti lo stesso livello di partenza. Un reddito di base universale, per diritto di nascita, destinato a tutti, dai più poveri ai più ricchi“. Un pensiero che nei giorni scorsi il fondatore M5s aveva espresso in un post sul suo blog anche se le idee del Governo sembrano essere diverse. A Palazzo Chigi si pensa ad un reddito di emergenza simile a quello di cittadinanza.

Beppe Grillo
Beppe Grillo

Fratoianni ringrazia Papa Francesco

Anche Nicola Fratoianni, portavoce di Sinistra Italiana, ha voluto ringraziare Papa Francesco per le parole degli ultimi giorni: “Il Pontefice ha scritto a Luca Casarini per testimoniare il suo sostegno a chi salva vite in mare, ammonisce l’Europa degli egoismi di fronte a questa drammatica crisi“.

E in una lettera – conclude l’esponente di Leu – lancia l’allarme sulla precarietà e pone il tema del reddito universale nel nome della dignità e dei diritti. Bisogna fare di questa crisi un’opportunità e per questo motivo la politica è chiamata a parlare con la stessa chiarezza del Pontefice“.

Scarica QUI il testo del Decreto Cura Italia per conoscere le norme a sostegno delle famiglie e delle imprese.

ultimo aggiornamento: 13-04-2020


Coronavirus, il Veneto lanciato verso la fase 2: le nuove misure

Misiani: “Non useremo il Mes. Per il decreto di aprile chiederemo uno scostamento di bilancio consistente”