Il processo per la morte di Carlotta Benusiglio è ancora in corso. Chiesti 30 anni per il fidanzato della stilista.

ROMA – Siamo arrivati alle battute finali nel processo per la morte di Carlotta Benusiglio, la stilista trovata impiccata ad un albero con una sciarpa. In un primo momento si era parlato di suicidio, ma con il passare del tempo e l’approfondimento delle indagini si è arrivati all’arresto dell’uomo, accusato di omicidio volontario, stalking e lesioni ai danni della fidanzata.

Sono tutti fatti avvenuti tra il 2014 e il 2016. Una posizione che continua ad essere al vaglio dei giudici e nei prossimi mesi si dovrebbe arrivare ad una sentenza definitiva.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

La richiesta della Procura

Come riferito dal Corriere della Sera, la Procura ha chiesto una condanna a 30 anni. Una pena, che se confermata, non sarà scontata per intero visto che il processo con rito abbreviato prevede uno sconto di un terzo. La prossima udienza è stata fissata per il 24 gennaio quando in aula parlerà la difesa del giovane.

Tribunale Corte Costituzionale
Tribunale

Notizia in aggiornamento

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 19-11-2021


Migranti superano il confine tra Bielorussia e Polonia, morto un bambino per il freddo

Caso Open Arms, Richard Gere: “Ho provato vergogna”