Proteste negli Usa per la morte di George Floyd. Coprifuoco in 25 città, oltre mille arresti.

WASHINGTON (STATI UNITI) – Le proteste negli Usa per la morte di George Floyd continuano senza sosta ormai da diversi giorni. Migliaia di persone in piazza negli Stati Uniti per manifestare contro la polizia. Attimi di tensione alla Casa Bianca con un centinaio di persone che hanno circondato la sede presidenziale.

Il Pentagono ha autorizzato l’intervento della Guardia Nazionale per proteggere il presidente Donald Trump e la sua famiglia.

Coprifuoco in 25 città e oltre mille arresti

Le proteste non si interrompono e cresce la tensione sociale. 25 città hanno dichiarato il coprifuoco per cercare di limitare le manifestazione che ormai durano da diversi giorni.

Scontri e violenze che hanno portato al fermo di oltre mille manifestanti con molte persone che sono rimaste ferite durante i tafferugli. Animi tesi negli Stati Uniti dopo la morte di George Floyd, l’afroamericano che ha perso la vita durante l’arresto a Minneapolis.

https://youtu.be/jMaO7oEf7Jk

Morte George Floyd, proteste negli Usa: ancora vittime e scontri, il coprifuoco non basta

Come prevedibile il coprifuoco non ha soffocato le manifestazioni che stanno infiammando gli Stati Uniti dopo la morte di George Floyd, l’afroamericano morto dopo un fermo della polizia.

Negli Stati Uniti lo scenario è quello della guerra civile, con saccheggiamenti, scontri, vittime. Lacrime e sangue. E la situazione, già degenerata, rischia di sfuggire di mano alle autorità e al Presidente Donald Trump.

Ancora il 3 giugno si registrano altri decessi. Un capitano in pensione è stato ucciso da un gruppo di persone che ha ha fatto irruzione in un banco dei pegni per saccheggiarlo.

Suv della polizia investe manifestanti a New York, è polemica

A New York è polemica dopo la pubblicazione del video che riprende un Suv della polizia investire un gruppo di manifestanti. Immediate le scuse da parte del sindaco di De Blasio.

Secondo la ricostruzione fatta dai giornali americani, una reazione dura arrivata dopo il lancio da parte dei manifestanti di oggetti verso gli inquirenti. Non si registrano feriti ma il filmato ha provocato polemiche e critiche in tutto il mondo.

Manifestazione
Manifestazione

Arrestato e rilasciato un giornalista

Nuovo fermo per un giornalista. Chris Mathias, cronista dell’Huffington Post, è stato arrestato per qualche ora a Brooklyn mentre seguiva le proteste contro il razzismo. Il rilascio è avvenuto poco dopo. Si tratta del secondo episodio in poche ore.

La decisione degli agenti di portare in caserma il giornalista ha provocato diverse critiche sui social.

Anziano scaraventato a terra a Buffalo

La tensione continua ad essere molto alta negli Stati Uniti. Un manifestante di 75 anni è stato scaraventato a terra da alcuni agenti in assetto di sommossa. Le condizioni del manifestante sono gravi ma stabili.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca George Floyd proteste usa Stati Uniti

ultimo aggiornamento: 05-06-2020


Ponte Morandi, i familiari delle vittime: “Non ci saremo se l’inaugurazione del nuovo viadotto sarà una festa”

6 giugno 1944: gli Alleati sbarcano in Normandia. È il D-Day