Cosa è il nuovo mondo di Putin? Nella giornata di oggi lo zar si recherà in Turchia per siglare dei nuovi accordi, ma c’è dell’altro…

Nella giornata di oggi, 13 ottobre, il leader del Cremlino Vladimir Putin si recherà in Turchia per siglare dei nuovi accordi: tra questi, l’annessione dei territori russofoni all’Ucraina, ma c’è dell’atro. Ci sarebbero dei “nuovi centri di potere che si rafforzano in Asia”. Durante la nottata, l’Onu ha condannato “l’annessione illegale” della Russia di 4 province ucraine, avvenuta in seguito al referendum definito poi fasullo dal leader Volodymyr Zelensky.

Il voto al palazzo di vetro di New York ha stabilito l’appoggio alla Russia di 4 dittature (Bielorussia, Siria, Nicaragua e Corea del Nord). Tra queste, alcune case gialle segnalano l’astensione dei paesi più popolosi del mondo. Tra i 35 Paesi astenuti rientrano il Pakistan, il Sudafrica, ma anche India e Cina, i due Paesi più popolosi al mondo. Questi ultimi due sarebbero legati a Mosca da rapporti di cooperazione politica e da importazioni di energia crescenti.

Nella fattispecie, sia l’India che la Cina hanno deciso di non schierarsi. La loro richiesta – come d’altronde quella di tutti i Paesi – è che venga posto un termine al conflitto. Inoltre i due Paesi si impegnano nel tracciare la mappa del nuovo mondo di Putin, quello che sta venendo a crearsi con l’annessione dei territori rivendicati dallo zar.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Lo zar: “Il mondo sta diventando un sistema multipopolare”

Si tratta di una mappa tracciata lungo le “strade dell’energia”. Lo ha sottolineato Vladimir Putin, durante la Conferenza sulle misure di interazione e fiducia in Asia (CICA) ad Astana in Turchia: “È aumentata la volatilità dei prezzi di risorse energetiche, cibo, fertilizzanti, materie prime e altri beni importanti portando a un deterioramento della qualità della vita sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo”.

E continua: “C’è una reale minaccia di carestia e sconvolgimenti sociali su larga scala, soprattutto nei paesi più poveri”, ha proseguito il leader russo, invitando a “eliminare le barriere per l’approvvigionamento delle merci” e chiedendo “un uso più efficiente delle valute nazionali”. “La Russia rappresenta lo sviluppo e la prosperità dell’Asia, creando spazio per la cooperazione economica e negli investimenti”, ha aggiunto il capo del Cremlino che poi ha disegnato il “suo” nuovo mondo.

Vladimir Putin

“L’Asia, dove si stanno rafforzando nuovi centri di potere, svolge un ruolo importante nella transizione verso un mondo multipolare. Lo ha dichiarato Vladimir Putin intervenendo alla Cica in corso ad Astana. “Il mondo sta diventando un sistema veramente multipolare. L’Asia, dove i nuovi centri di potere si stanno rafforzando, svolge un ruolo importante, se non addirittura fondamentale”, ha dichiarato lo zar.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 13-10-2022


Putin incontra Erdogan: si tenta la mediazione

Minacce e punizioni obsolete: il Consiglio sull’educazione dei figli