Secondo gli Stati Uniti, la guerra tra Russia ed Ucraina durerà ancora parecchi mesi. Confermato durante una conferenza l’invio di armi.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha affrontato la questione sulla durata del conflitto tra Russia e Ucraina. Tenendo conto della situazione nei campi di battaglia, la guerra potrebbe durare ancora “molti mesi”. Il segretario di Stato americano ha inoltre dichiarato: “Potrebbe finire domani se la Russia scegliesse di porre fine all’aggressione. Ma non vediamo alcun segno di questo al momento”.

Ad oggi il conflitto tra Russia e Ucraina perdura da ben cento giorni. Nella giornata di ieri, il segretario di Stato americano è intervenuto in una conferenza stampa insieme al segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, il capo della diplomazia americana.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le tematiche affrontate durante la conferenza

Durante la conferenza stampa il tema della durata del conflitto è stato il punto focale. Si è detto che la guerra “potrebbe finire domani se la Russia scegliesse di porre fine all’aggressione. Ma non vediamo alcun segno di questo al momento”. Proprio per questo motivo, “finché andrà avanti, vogliamo garantire che l’Ucraina abbia in mano ciò che le serve per difendersi e vogliamo assicurare che la Russia senta una forte pressione da più Paesi possibili per porre fine all’aggressione”.

Droni militari

Inoltre il segretario di Stato ha confermato quanto precedentemente annunciato sull’invio di aiuti militari a Kiev. Gli Stati Uniti, nonostante le minacce della Russia rivolte a chiunque si intrometta nel conflitto, invieranno nuovi aiuti militari a Kiev. Il valore totale sarà di 700 dollari.

Si tratterebbe dell’undicesimo aiuto militare, con lo scopo di rafforzare la difesa militare dell’Ucraina e porre fine alla guerra più velocemente. Gli aiuti comprendono armi e attrezzature per i soldati, da utilizzare nel campo di battaglia.

Il segretario di Stato, durante la conferenza, ha affermato: “L’assistenza militare statunitense rafforzerà la posizione dell’Ucraina per difendere la sua sovranità e integrità territoriale. Ed anche per assicurarsi vittorie sul terreno e, infine, rafforzerà la posizione dell’Ucraina al tavolo dei negoziati”.

Antony Blinken ha lanciato un’accusa nei confronti della Russia. Colpevole di aver distrutto le comunità, commesso stragi di civili, danneggiato l’agricoltura dell’Ucraina e minacciato la sicurezza alimentare globale bloccando i porti ucraini, dovrà rispondere di parecchie accuse. E continua: “La volontà delle coraggiose forze ucraine di difendere il proprio Paese è ammirevole. L’Ucraina ha dimostrato che non sarà mai soggiogata alla Russia”, ha aggiunto Blinken. Inoltre ha promesso che gli Stati Uniti e i loro alleati “resteranno al fianco dell’Ucraina per tutto il tempo necessario”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 03-06-2022


La Nato rafforza il fianco est: l’Italia a capo della missione

Biden contro le armi: “Basta. Questa volta dobbiamo agire”