Un ragazzino di 13 anni è morto a Sesto San Giovanni (Milano) dopo essere caduto dal monopattino.

SESTO SAN GIOVANNI (MILANO) – Tragedia a Sesto San Giovanni nel pomeriggio di lunedì 30 agosto 2021. Un ragazzino di 13 anni è morto dopo essere caduto dal monopattino. Le sue condizioni sono sembrate subito molto gravi e i medici del Niguarda non hanno potuto fare altro che constatare il decesso, molto probabilmente provocato dai traumi alla testa e al torace.

Sul posto i militari per effettuare tutte le verifiche del caso. Non sembrano esserci altri veicoli coinvolti e sono in corso tutti gli approfondimenti per capire meglio la dinamica dell’incidente.

Incidente nel Milanese, 13enne morto dopo essere caduto in monopattino

La ricostruzione è ancora al vaglio degli inquirenti. Secondo le prime ricostruzioni riportate da La Repubblica, il 13enne era a bordo del monopattino quando è caduto in avanti sbattendo violentemente la testa. I testimoni hanno immediatamente chiamato i soccorsi.

Le condizioni del bambino sono sembrate subito molto gravi e il personale del 118 ha deciso per un trasferimento al Niguarda di Milano. Il quadro clinico, però, era ormai compromesso e i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Una tragedia che ha sconvolto l’intera provincia di Milano e in molti hanno inviato le proprie condoglianze alla famiglia del piccolo.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Ambulanza
Ambulanza

Accertamenti in corso

I militari e la polizia locale stanno facendo tutti gli accertamenti del caso per ricostruire meglio quanto successo. Le testimonianze hanno confermato l’assenza di altri veicoli e per questo motivo molto probabilmente il ragazzino ha perso l’equilibrio ed è andato a sbattere con la testa sull’asfalto.

Purtroppo per lui non c’è stato niente da fare. Una tragedia che ha scosso l’intera provincia di Milano in molti si sono uniti al dolore della famiglia del piccolo.


No Green Pass a Roma, aggredito un giornalista di Repubblica

Fondazione Gimbe: “Dimezzati i ricoveri grazie ai vaccini”. Aifa: “Aumentati i monoclonali prescritti”