Ragazzo di colore insultato in Pronto Soccorso: il video

Ragazzo di colore insultato in Pronto Soccorso a Salvini: Ditegli che sono ancora vivo

Ragazzo di colore insultato in ospedale il racconto del ventenne: L’infermiera appena mi ha visto ha detto: Salvini fa ancora entrare questa gente in Italia. Poi mi ha detto che devo morire

Ha fatto discutere il video condiviso sui sociale da un ragazzo di colore originario sulla Costa d’Avorio che, con un video (condiviso sul suo profilo da Franco Borrelli dei Verdi), ha voluto far sentire al popolo della rete gli insulti che gli avrebbe rivolto un’infermiera.

Ragazzo di colore offeso in Pronto Soccorso: il video

Nel filmato condiviso sui social si vede il ragazzo steso su un lettino del Pronto Soccorso, poi in sottofondo si sente la voce di una donna, un’infermiera, che ripete devi morire, non ti voglio più vedere.

Il video ha diviso l’opinione pubblica. Molti hanno condannato duramente la donna e gli insulti rivolti al ragazzo, altri hanno fatto sapere di essere curiosi d conoscere come siano andate effettivamente le cose, perché sembra incredibile che una professionista abbia iniziato a offendere un paziente senza motivo.

Di seguito il video condiviso sui social

Questo ragazzo in barella è Souleymane Rachidi che sentendosi male, è ricorso di notte al PS dell'ospedale di Mercato SanSeverino (Salerno) . Dal video, mentre è in attesa su una barella, è chiara la frase pronunciata nei suoi da una voce femminile che gli grida: "te ne devi tornare al tuo paese" e ancora "devi morire!" e altre imprecazioni del genere.. dando uno spaccato di un pronto soccorso pessimo sia sul piano professionale, sia sul piano umano con l'aggravante di razzismo… La voce di sottofondo è di un'infermiera che dopo l'uscita del video sui media, ha sporto denuncia contro Souleymane Rachidi accusandolo di violenza nei suoi confronti (si è refertata al ps dopo 2 giorni) e piccolo particolare, "la dottoressa" è iscritta a un grande sindacato e ora ha anche testimoni a suo favore… Se non vogliamo che Souleymane oltre il danno, abbia anche la beffa di una denuncia con eventuali ritorsioni, condividi il video…

Pubblicato da Il brigante su Lunedì 25 febbraio 2019

Souleymane: Andate a dire a Salvini che sono ancora vivo

Souleymane, il ventenne di colore protagonista del video, ha voluto raccontare la vicenda puntando il dito contro l’infermiera.

“Ho subito chiamato il 118, perché ero da solo a casa. I sanitari mi hanno portato al pronto soccorso dell’ospedale Curteri di Mercato San Severino; l’infermiera appena mi ha visto ha detto: Salvini fa ancora entrare questa gente in Italia´, poi ha cominciato a dirmi:tu devi andare al tuo paese, tu devi morire´.

Mi sono sentito veramente male, ho deciso di non curami più in quell’ospedale, ho chiamato il mio datore di lavoro e lui mi ha portato al pronto soccorso del Ruggi, a Salerno!“, ha dichiarato il giovane come riportato da La Stampa.

Poi l’attacco sui social a Salvini: “Sono fiero del colore della mia pelle andate a dire a Salvini che sono ancora vivo“.

ultimo aggiornamento: 27-02-2019

X