Un ragazzo di soli 17 anni ha ucciso la madre adottiva di 61, inferendole diversi colpi di coltello. Sono in corso le indagini.

Un ragazzo di 17 anni ha ucciso la madre adottiva di 61 a coltellate. Il motivo? Una lite familiare. Il fatto è accaduto a Napoli, in Via Rampe San Giovanni Maggiore, presso la zona universitaria del centro antico della città. Il ragazzo avrebbe accoltellato la madre adottiva, questa notte, uccidendola.

I vigli del fuoco sono dovuti intervenire per entrare nell’abitazione, passando dalla finestra. Sul luogo del delitto sono intervenuti anche gli uomini della Polizia di Stato, agenti dell’ufficio Prevenzione Generale e del commissariato Decumani della Questura di Napoli.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le indagini

Nel momento in cui il personale sanitario ha fatto irruzione all’interno dell’abitazione, la donna era già priva di vita. Il ragazzo si trovava ancora in casa. Gli investigatori stanno portando avanti le indagini per scoprire l’esatta dinamica degli eventi.

Polizia

Sarà fondamentale interrogare i vicini di casa per scoprire se all’interno della famiglia ci fossero delle gravi questioni irrisolte, che hanno portato il giovane a commettere l’efferato gesto. Le persone che si trovavano nei paraggi, forse ignare di quanto stesse accadendo, hanno continuato a sedere nei tavolini dei locali, nonostante l’arrivo delle volanti della polizia e dei soccorritori.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 16-06-2022


Violenza sessuale, 68enne abusa di una bambina

Investe due uomini sulla Teem: arrestato pirata della strada