Un ragazzo di 25 anni è morto a Napoli in un agguato. Indagini in corso per accertare meglio quanto successo.

NAPOLI – Un ragazzo di 25 anni è morto a Napoli in un agguato avvenuto nella notte tra il 19 e il 20 agosto 2021. Come raccontato da La Repubblica, la vittima sarebbe stato raggiunto da sette proiettili, sparati nei pressi di via Jacopo Carrucci nel capoluogo campano.

E’ stata aperta un’indagine per accertare meglio quanto successo e provare a risalire ai responsabili di questo gesto. I punti da chiarire sono ancora diversi e per questo motivo si preferisce non escludere nessuna ipotesi almeno fino a quando non si hanno delle prove certe.

25enne deceduto in ospedale

Il ragazzo di 25 anni è stato portato in ospedale da alcuni conoscenti con ferite di arma da fuoco, ma il personale medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Toccherà agli inquirenti cercare di ricostruire meglio quanto successo e risalire ai responsabili di questo agguato.

Si scava nelle ultime ore della vittima, già conosciuto dalle forze dell’ordine. Questo passaggio potrebbe essere fondamentale per riuscire ad ottenere informazioni più precise per provare a ricostruire quanto successo a Napoli nella notte tra il 19 e il 20 agosto.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Rissa a Firenze, un uomo perde un occhio

Nella notte tra il 18 e il 19 agosto, invece, un uomo di origine ivoriana ha perso un occhio in una lite avvenuta con altre quattro o cinque persone nei pressi della stazione di Firenze. Sono in corso tutti gli approfondimenti per accertare meglio quanto successo e provare a risalire ai responsabili del gesto.

I punti da chiarire anche in questo caso sono diversi e gli inquirenti preferiscono non escludere nessuna ipotesi almeno fino a quando non si hanno delle prove certe su quanto successo.


Covid, positivi in fuga: scappano dalle Asl e saltano la quarantena per andare in vacanza

Coronavirus, oltre il 65 per cento degli italiani ha completato il ciclo vaccinale