Standard and Poor’s ha deciso di tagliare i rating di Russia e Ucraina dopo lo scoppio della guerra. Le ultime.

ROMA – Standard and Poor’s ha deciso di tagliare i rating di Russia e Ucraina dopo lo scoppio della guerra. Mosca, come riportato dall’Ansa, è passato a BB+ e soprattutto è tenuta sotto osservazione per possibili implicazioni negative.

“Riteniamo che le sanzioni annunciate – si legge nella nota dell’agenzia – potrebbero avere effetti significativi diretti e indiretti sull’attività economica, la fiducia e la stabilità finanziaria. C’è un’altra incertezza sull’evoluzione del conflitto geopolitico e di ulteriori sanzioni, ma anche sulle ripercussioni economiche e finanziarie delle restrizioni evidenti”.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Tagliato anche il rating dell’Ucraina

Come detto, S&P ha tagliato anche il rating dell’Ucraina, passato a B-, e lo ha messo sotto osservazioni per possibili implicazioni negative. “L’assalto militare – si precisa ancora nella nota – pone rischi alla crescita economica ucraina, alla stabilità finanziaria e alle sue finanze pubbliche. Il crediwatch negativo indica che potremmo tagliare il rating se le incertezze legate al conflitto militare dovessero significativamente indebolire la liquidità, il sistema finanziario e la capacità amministrativa del governo dell’Ucraina“.

La situazione, quindi, è in continua evoluzione e ci aspettiamo delle importanti novità a livello economico visto che questo conflitto potrebbe avere delle importanti conseguenze.

panoramica moscow mosca cremlino russia
panoramica moscow mosca cremlino russia

I rischi per l’economia mondiale

Come detto in precedenza, sono diversi i rischi per l’economia mondiale dovuti a questo conflitto. La situazione è in continua evoluzione e per questo motivo ci aspettiamo delle novità importanti nel giro di qualche settimana.

Il rischio di non poter ripartire dal punto di vista dopo un periodo non facile per la pandemia è sicuramente molto alto. Vedremo, quindi, cosa succederà nei prossimi giorni e soprattutto quali saranno le reali condizioni economiche nelle prossime settimane visto che il conflitto non sembra essere per nulla destinato a finire.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 26-02-2022


Guerra in Ucraina, Confesercenti: “Rischio inflazione al 6 per cento”

Sanzioni alla Russia, Mosca fuori dal sistema SWIFT: cos’è