Il reddito di cittadinanza è tornato a far discutere. In Senato, alcuni punti di vista divergenti hanno causato scintille.

Il reddito di cittadinanza è una misura estremamente discussa, con moltissime figure autorevoli nel mondo della politica che hanno reso pubblica la loro opinione, causando scontri frontali tra vedute divergenti. In Senato, nella giornata odierna, sono scattate delle scintille tra i politici presenti in Aula, con parole pesanti che sono volate da un’ala all’altra.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Gli scontri in Senato

Il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea De Bertoldi, si è espresso nei confronti del pentastellato Alberto Airola: “Vergognati e lascia parlare la gente!”, ha detto De Bertoldi al senatore dei 5 Stelle che lo ha interrotto dal fondo dell’Aula. “Il M5S insegna ai giovani a vivere di elemosina di Stato. Cancelliamo subito il reddito di cittadinanza”, ha aggiunto De Bertoldi, rincarando la dose.

Successivamente è intervenuto il comunista Dessì, che è stato bacchettato dalla presidente Anna Rossomando: “La smetta o sono costretta a farla allontanare”. Ma non è finita: De Bertoldi ha aggiunto quanto segue in merito al reddito di cittadinanza. “I giovani non devono andare a fare i parassiti per 800 euro, ma abbiano il gusto del lavoro”.

Senato
Senato

De Bertoldi ha anche detto: “Vorrei proporre al governo di mettere da parte queste riforme di Serie C e di farne una davvero seria e cioè di cancellare il reddito di cittadinanza investendo queste risorse nelle politiche attive del lavoro, nelle imprese e nell’educazione dei giovani al lavoro”. Da ciò, il senatore del partito di Giorgia Meloni ha concluso: Fratelli d’Italia starà sempre dalla parte dell’Italia, degli italiani e delle imprese che vogliono lavorare per far crescere la nostra Nazione. Mi auguro che il governo abbia finalmente il coraggio di fare lo stesso”. Una situazione spinosa, legata a una misura estremamente contestata come il reddito di cittadinanza. Ma il reddito della discordia sarà riconfermato, modificato o abolito? Staremo a vedere nei prossimi mesi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 30-05-2022


Conte è l’uomo giusto per salvare il M5S?

Salvini in Russia? Pd: “Scenario profondamente inquietante”