Il reddito di cittadinanza è una misura estremamente discussa. Oggi, Renzi, Conte e Meloni hanno discusso sull’argomento.

Il reddito di cittadinanza continua a far discutere moltissimo. La politica è divisa, come anche l’opinione pubblica, in merito al da farsi sulla misura grillina. Nella giornata di oggi, Renzi, Conte e Meloni hanno discusso animatamente in merito all’applicazione di tale misura, sostenendo le proprie posizioni. Queste le parole di Matteo Renzi sul reddito di cittadinanza.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La posizione di Renzi

Dal 15 giugno, partirà una raccolta firme per abolire il reddito di cittadinanza. Questo è quanto scrive Matteo Renzi sul suo profilo Facebook. Vogliamo abolire il reddito di cittadinanza e come previsto dalla legge dal 15 giugno partirà la raccolta ufficiale di firme. Ma vogliamo soprattutto cambiare il mondo del lavoro per i più giovani. Ne parliamo stasera al Talent Garden di Roma e su Radio Leopolda”. Una posizione netta, quella del fondatore di Italia Viva, in netta contrapposizione con i grillini. Il leader pentastellato, Giuseppe Conte, ha espresso il proprio disappunto rispetto alle parole di Matteo Renzi sulla misura promossa dal Movimento 5 Stelle.

Le parole di Conte

L’ex premier italiano, Giuseppe Conte, ha difeso il reddito di cittadinanza attraverso un post sul proprio profilo Facebook, nel quale attacca Matteo Renzi e Giorgia Meloni per le loro posizioni in merito alla misura grillina. “Al peggio non c’è mai limite – ha affermato Conte – Non solo non si interessano delle persone in difficoltà, ora le umiliano anche. Santanchè, compagna di partito di Giorgia Meloni, va in tv a puntare il dito contro un ex imprenditore in situazione di difficoltà, che percepisce il reddito di cittadinanza. Lo umilia pubblicamente accusandolo di non essere un esempio dignitoso per i suoi figli e intimandolo di andare a lavorare perché è “robusto” e “paffuto”. Nessuna attenzione verso la sofferenza, nessun senso di umanità. Un piano ben preciso, quello degli esponenti di Fratelli d’Italia: togliere a chi non ha per dare a chi già ha e tanto. Sono dei Robin Hood al contrario”.

Reddito di Cittadinanza
Reddito di Cittadinanza

Il post di Conte continua, con una marcata invettiva nei confronti dei due politici che si oppongono alla misura pentastellata. “Alcune settimane fa il partito di Meloni ha lanciato una brillante proposta: togliere reddito e pensioni di cittadinanza agli italiani che non riescono a sopravvivere per investire sulle armi, con occhio molto attento alle lobby di settore. Nella guerra agli ultimi, spicca anche il redivivo Renzi, che non accetta mai di farsi superare, soprattutto negli errori: ha appena annunciato di voler raccogliere le firme per togliere a centinaia di migliaia di famiglie, di giovani precari, anziani e disabili un reddito che gli permette di arrivare a fine mese”. Il post dell’ex premier si conclude con un commento sull’operato dei suoi due avversari: Meloni e Renzi si intendono benissimo, soprattutto su un punto: forti con i deboli e molto sensibili, invece, verso gli interessi di chi già conta, e tanto.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-05-2022


Renzi: via al referendum per abolire il reddito di cittadinanza

Letta accusa Salvini: “Fa di tutto per far cascare il governo”