Coronavirus in Italia, quali sono le regioni che rischiano la zona Arancione da lunedì 17 gennaio. I dati sui ricoveri in area medica e in terapia intensiva.

In Italia peggiora la situazione epidemiologica e aumentano i ricoveri in area medica e in terapia intensiva. Arrivati all’11 gennaio, sono diverse le Regioni che rischiano il passaggio dalla zona Gialla alla zona Arancione dal 17 gennaio.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

I parametri

Il passaggio dalla zona Gialla a quella Arancione avviene quando:

l’incidenza settimanale supera i 150 casi ogni 100.000 abitanti
il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva supera il 20%
il tasso dei posti letto in area medica supera la soglia del 30%.

Terapia intensiva coronavirus
Terapia intensiva coronavirus

Le regioni che rischiano la zona Arancione da lunedì 17 gennaio

Sono cinque le Regioni che si avvicinano rapidamente alla zona Arancione. Si tratta di Piemonte, Liguria, Calabria, Valle d’Aosta e Friuli Venezia Giulia.

In base ai dati Agenas relativi alla giornata del 10 gennaio, in Piemonte il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva ha raggiunto il 22%. Il tasso di occupazione dei posti letto in area medica supera la soglia del 30%. I dati sono quindi da zona Arancione.

La Liguria è in bilico. I ricoveri in terapia intensiva sono al 20%, quindi al limite. I ricoveri in area medica sfiorano la soglia del 40%, quindi sono largamente sopra la soglia limite. L’incidenza ha superato la soglia massima. Quindi due dati su tre sono da zona Arancione e uno è al limite.

Anche la Calabria è al limite ma più vicina alla zona Gialla. Nella regione i ricoveri in area medica superano di gran lunga la soglia del 30% ma i ricoveri in terapia intensiva sono al 18%, quindi sotto la soglia.

La Valle d’Aosta si trova più o meno nella stessa situazione della Calabria, con i ricoveri in area medica che sono al 46% e i ricoveri in terapia intensiva che sono al 18.

Anche il Friuli-Venezia Giulia si avvicina alla zona Arancione: i ricoveri in terapia intensiva sono al 23%, quindi sopra la soglia, mentre i ricoveri in area medica sono al 28. Difficile che la regione possa cambiare colore già dal 17 gennaio ma non si esclude un passaggio in arancione prima della fine del mese.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 11-01-2022


Saluti romani e bandiera con la svastica, la Digos indaga sul funerale ‘nero’ a Roma

CEI, a messa raccomandata la mascherina Ffp2