Rinascita rossonera: gli acquisti del Milan 2016/2017

Calciomercato, gli acquisti del Milan 2016/2017, l’anno della rinascita rossonera e l’anno della fine dell’epoca Berlusconi (e Galliani).

chiudi

Caricamento Player...

Anno memorabile nella storia recente rossonera, con il ritorno in Europa League grazie alla conquista del sesto posto in classifica e soprattutto con la cessione del Milan ai cinesi, il 2016/2017 rappresenta anche l’ultima annata da dirigente di Adriano Galliani, bravo a costruire una squadra competitiva e a scommettere su un allenatore come Vincenzo Montella, ottimo condottiero, forse tatticamente parlando con qualche piccola lacuna, come è normale che sia.

Gli acquisti del Milan 2016/2017

Il mercato del Milan accoglie guarda da subito al mercato argentino, da dove pesca Lionel Vangioni, arrivato in rossonero praticamente nel giorno della finale di TIM Cup contro la Juventus. L’ex River Plate, semi sconosciuto in Italia, è una scommessa azzardata e persa da Adriano Galliani, ma il verdetto arriverà solo a fine anno, a seguito delle poche presenze e delle poche cose buone mostrate. I primi acquisti del Milan nel 2016/2017 sono soprattutto ritorni, magari non eccellenti ma decisamente funzionali al gioco della squadra: torna Gabriel Omar Paletta dall’Atalanta, uno che al fianco di Alessio Romagnoli farà decisamente bene, così come torna al Milan Suso, lo spagnolo rilanciatosi in pochi mesi al Grifone e bravo a ritagliarsi un ruolo da protagonista in rossonero. Meno eccellente il ritorno di Gabriel.

Intenzionato a rinforzare il reparto arretrato, Adriano Galliani mette le mani sull’irruento Gomez, centrale un po’ disordinato, molto fisico, spesso efficace. In attacco una delle più grandi scommesse forse degli utlimi anni della gestione Berlusconi: l’acquisto di Gianluca Lapadula dal Pescara, autore di un’ottima annata in serie cadetta chiusa con il titolo di capocannoniere. Lapadula al Milan farà poco ma bene, con la voglia e la grinta giusta. Il centrocampo, vero e proprio tallone d’Achille, viene più o meno rinforzato con gli innesti di Sosa, già noto per i suoi trascorsi (non proprio brillanti) al Napoli, Pasalic, giovane del Chelsea che il suo lo ha fatto, e Mati Fernandez, pupillo di Vincenzo Montella che non ha potuto mettersi in mostra a causa di un infortunio.

Calciomercato invernale: gli acquisti del Milan 2016/2017 nel mese di gennaio

Nel mese di gennaio il mercato del Milan porta a casa tre innesti: Ocampos dal Genoa, arrivato in rossonero con le migliori intenzioni mai tradotti sul rettangolo verde, Marco Storari dal Cagliari e soprattutto Gerard Deulofeu, preso in prestito secco dall’Everton dopo anni di anonimato. Lo spagnolo sarà la più grande sorpresa del finale di stagione dando un contributo significativo nella conquista del sesto posto, salvo poi vedersi sostanzilamente costretto a lasciare i rossoneri per andare al Barcellona.