L’Associazione nazionale dei consumatori ha stilato la classifica delle migliori e peggiori città per consumi di luce e gas.

In alcune città i rincari sulle bollette di luce e gas sono stati più violenti rispetto ad altre. La media dell’aumento dei prezzi per il mese d’ottobre è stato di circa 135% in più. In 80 città monitorate dall’Associazione nazionale dei consumatori però si è superato addirittura il 160%. A peggiorare il quadro è stata l’inflazione che a ottobre ha raggiunto la percentuale record di 11,8%. Questo ha fatto sì che i rincari fossero diversi da luogo a luogo.

In genere i prezzi crescono più velocemente rispetto alle periferie e al Nord più che al Sud. Per questo l’associazione nazionale consumatori ha stilato due classifiche: una riguarda le città più “virtuose”, dove gli aumenti sono stati meno sentiti, e un’altra quelle più tartassate, dove invece la crescita dei prezzi è stata maggiore rispetto alla media nazionale.

Riscaldamenti
Riscaldamenti

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le due classifiche opposte

La classifica delle città più virtuose vede come protagoniste: Cosenza (+118,9%); Avellino (+116,8%); Gorizia (+116,4%); Reggio Calabria (+115,8%); Catanzaro (+115,6%); Caserta (+110,2%) e Benevento (+109,4%). Terza classificata Napoli con un rincaro del 108,3%. Al secondo posto invece troviamo Aosta con un aumento dei costi di +98,3% mentre alla vetta c’è Potenza. Il capoluogo della Basilicata ha registrato un aumento dei prezzi pari al +96,1%. Le prime due quindi sono le uniche città che non hanno raddoppiato i costi.

Per quanto riguarda le città in cui i rincari si sono sentiti di più ci sono: Imperia (148,1%); Biella (+148,3%); Vercelli (+148,5%); Massa Carrara (+150,3%); Alessandria (+151%); Lodi (+151,2%) e infine Bologna (+151,7%). Nella parte bassa del podio c’è Teramo che ha registrato un aumento dei prezzi pari al +152,2% poi Terni, in Umbria: in città le spese per luce e gas hanno compiuto un balzo del +160,7%. La città in cui le utenze hanno registrato il rincaro più alto è Perugia con un aumento del 163,8%.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 21-11-2022


Bollette rimborsate a chi ospita ucraini: l’iniziativa di Borgosesia

Msc annuncia di non voler privatizzare Ita Airways