Cresce il mercato dei software di seconda mano: ecco l’offerta di Relicense, fornitore europeo di soluzioni multilicenza usate, illustrata dal direttore commerciale Corrado Farina.

La compravendita di software usati è un mercato in crescita in grado di generare numerosi vantaggi per le imprese, segno evidente di come l’economia circolare possa essere applicata con successo anche al mondo dei software. 

Sempre più organizzazioni, infatti, stanno mostrando interesse verso i benefici che possono derivare dall’acquisto di licenze software di seconda mano: per coglierli e sfruttarne al meglio le opportunità, tuttavia, è fondamentale affidarsi a un partner qualificato che operi nel pieno rispetto della normativa giuridica vigente.

Corrado Farina
Corrado Farina

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Relicense: leader nella vendita di software usati

Mettere a disposizione delle aziende licenze software a prezzi competitivi, acquistandole da altre società e rivendendole nel pieno rispetto dei requisiti giuridici, è proprio l’obiettivo di Relicense, tra i principali fornitori europei di soluzioni multilicenza usate di Microsoft.

Fondata nel 2008, Relicense ha sede in Germania ma conta diversi uffici in numerosi Paesi d’Europa. Rispondendo in modo efficace alle singole richieste delle aziende clienti, gli esperti di Relicense sono a disposizione delle società che hanno licenze software in eccesso e che potrebbero trarre vantaggio dalla loro vendita, sbloccando fondi e aumentando il budget da destinare ad altre iniziative e investimenti.

Allo stesso tempo, Relicense offre le licenze usate ad altre organizzazioni consentendo una notevole riduzione della spesa IT. Il risparmio, infatti, può arrivare fino al 50% rispetto al prezzo originario.

Intelligenza, sicurezza e legalità: i pilastri di Relicense

La filosofia di Relicense è dare a ogni azienda la possibilità di valorizzare il proprio software in modo intelligente, sicuro e legale, offrendo anche consigli e consulenza su tutte le questioni riguardanti prodotti, licenze e aspetti giuridici.

A illustrare nel dettaglio la mission aziendale è Corrado Farina, direttore commerciale dal 2013:

“Mettiamo in circolo delle proprietà immateriali, ben identificabili attraverso documenti, contratti e altre informazioni in modo da poterle rivendere. Il vantaggio è quello di monetizzare un qualcosa che è iscritto nel bilancio, ma del cui valore non si spesso la consapevolezza.”

Relicense
Logo Relicense

Chi è Corrado Farina: biografia e carriera

Nato a Catania nel 1968, Farina ha conseguito la laurea in Economia e Commercio all’Università degli Studi di Perugia nel 1994. Ha esordito come giornalista, ottenendo anche l’iscrizione all’albo dei pubblicisti, tuttavia la sua prima esperienza professionale post lauream lo ha visto impegnato presso un service provider in ambito commerciale, che poi è diventato il suo settore lavorativo principale.

Corrado Farina ha lavorato per British Telecom Italia e per Microsoft Italia, ma l’ingresso nel management di Relicense ha segnato il passaggio dalla grande multinazionale americana all’azienda paneuropea.

“Cercavano una persona che potesse lanciare il servizio di rivendita di software usato in Italia. Avevo le competenze, la motivazione giusta e per una serie di coincidenze fortunate ho iniziato a collaborare con loro.”

Inizialmente responsabile solo del mercato italiano, è riuscito in pochi anni a conquistare in pochi anni il management dell’intera area del Sud Europa, che include anche Francia, Spagna e Portogallo.

3 curiosità su Corrado Farina

Corrado Farina si definisce affidabile, tenace e innovativo. Non ama la ripetitività e considera in cambiamenti una importante fonte motivazionale.

Nel tempo libero ama viaggiare ma anche intrattenere rapporti sociali, anche conoscendo nuove culture. Apprezza sia il mare sia la montagna e si dedica al trekking e alle camminate.

Tra dieci anni si immagina ancora fortemente operativo ma con un ruolo diverso, più vicino al coordinamento, anche alla luce dei cambiamenti che stanno coinvolgendo l’azienda.

“Siamo in una fase di cambiamento: nel 2021 siamo stati acquisiti da un’azienda svizzera, Capefoxx AG, che opera nel settore IT legato anche in questo caso al software usato e il prossimo anno potremmo cambiare denominazione anche in Italia, come già avvenuto in altri Paesi europei. Inoltre, è previsto che nel corso del 2022 vengano lanciati nuovi servizi, sempre nell’ambito software.”

In collaborazione con Relicense.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 14-12-2021


App verifica Green Pass: quali sono e come funzionano

Cos’è il metaverso e come funziona