Sono state ritrovare in un edificio del Vaticano alcune ossa che potrebbero appartenere a Emanuela Orlandi. In corso gli accertamenti del caso.

ROMA – Forse siamo ad una svolta nelle indagini della scomparsa di Emanuela Orlandi. Come riportato dall’ANSA, in un edificio che appartiene alla Santa Sede sono state ritrovate alcune ossa che potrebbero appartenere alla ragazza. Sono in corso tutti gli accertamenti del caso per capire se i resti possono appartenere ad una sola persona e soprattutto a che epoca risalgono.

In passato nel territorio del Vaticano ci sarebbero stati altri episodi simili e proprio per questo gli inquirenti non si vogliono sbilanciare. I controlli si stanno concentrando principalmente sul cranio e sui denti per vedere se ci sono degli elementi che si possono ricollegare al caso della scomparsa di Emanuela Orlandi.

Stando alle ultime indiscrezioni, potrebbero essere di due persone le ossa ritrovate in Vaticano. Sole le analisi del DNA potranno fare luce su questo mistero che ha riacceso i riflettori su uno dei principali misteri della cronaca nera italiana.

Caso Emanuela Orlandi, la Procura indaga per omicidio colposo

La Procura di Roma dopo il ritrovamento delle ossa ha aperto un’indagine per omicidio colposo. I magistrati hanno autorizzato gli accertamenti per dare un nome a quei resti che sono stati trovati in uno degli edifici di proprietà della Santa Sede.

Gli inquirenti sperano che dall’esame del DNA si possa risalire all’identità della persona. Le Forze dell’Ordine tengono aperte tutte le piste. Stando a quanto riporta l’ANSA, le ossa potrebbero appartenere sia Emanuela Orlandi che a Mirella Gregori, le due ragazzi minorenni che sono sparite nel 1983.

Si tratta di due casi che hanno tenuto in apprensione l’Italia intera in quegli anni ma le lunghe ricerche non avevano portato al ritrovamento dei corpi. La serata del 30 ottobre 2018 potrebbe essere quella della svolta con i resti trovati in un edificio del Vaticano. Le ossa potrebbero appartenere ad una delle due giovani.

Caso Emanuela Orlandi, le ossa potrebbero appartenere ad una donna

Gli accertamenti sulle ossa ritrovate all’interno di un edificio del Vaticano continuano. Secondo le prime indiscrezioni, i resti potrebbero appartenere a due persone con i primi esami che confermerebbero la presenza di una donna tra i corpi.

fonte foto copertina https://twitter.com/Adnkronos

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca Emanuela Orlandi evidenza News vaticano

ultimo aggiornamento: 31-10-2018


Bologna, ex modella accusa: “Sfigurata e neanche risarcita”

Roma, la spiaggia Tiberis è abusiva: il Comune costretto a smantellarla