Ronnie Tutt è morto. Il batterista di Elvis Presley si è spento all’età di 83 anni nella casa in Tennessee.

NEW YORK (STATI UNITI) – Lutto nel mondo della musica. E’ morto all’età di 83 anni Ronnie Tutt, considerato da tutti come il leggendario batterista di Elvis Presley. Come riportato da Il Messaggero, l’annuncio è stato dato proprio dalla casa della leggenda: “Oltre ad essere stato un batterista leggendario, era un buon amico per molti di noi qui a Graceland. Mancherà profondamente a tutti noi“.

La famiglia ha preferito non comunicare la cause del decesso precisando solamente che la morte è strettamente collegata a problemi cardiaci di vecchia data e nei prossimi mesi non si esclude la possibilità di un evento per ricordare uno dei grandi musicisti di sempre.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

La collaborazione tra Ronnie Tutt ed Elvis Presley

La collaborazione tra Tutt e Presley è durata per decenni. In un’intervista con un fan club di Elvis, il batterista ha sottolineato che “una volta che lo incontravi e capivi il suo carisma, non potevi fare a meno di amare quello che faceva“.

Un rapporto professionale che è durato fino alla morte della leggenda (1977) e subito dopo ha continuato a suonare con alcuni musicisti della sua band per diversi anni.

Due lutti in poche giorni nel mondo della musica, è morto Franco Cerri

Il mondo della musica piange anche Franco Cerri, chitarrista e docente italiano conosciuto per aver preso parte ad una pubblicità come Uomo in ammollo. A dare la notizia del decesso, come riportato da La Repubblica, è stato il figlio Nicolas Cerri con un breve post su Facebook: “Le sette note e le tre chitarre salutano con affetto Franco Cerri, grande musicista e grande uomo. Fai buon viaggio, babbo“. Un lutto che ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo del jazz italiano.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 18-10-2021


Furto a casa di Chiara Biasi, bottino da migliaia di euro

Morto Luigi Amicone, giornalista, scrittore e politico