Ruiu affonda il Milan: “Silva impresentabile, Bonucci strapagato”

Ruiu piazza l’affondo al veleno: “230 milioni investiti per una NON squadra. Il migliore del mercato è Borini”.

chiudi

Caricamento Player...

Partiamo da un presupposto: dopo le sconfitte con Sampdoria e Roma tutti si aspettavano qualcosa in più da questo Milan. Evidente nella prima frazione di gara l’errore di Vincenzo Montella, il quale ha deciso di lasciare undici uomini dietro la linea della palla in fase di non possesso. La strategia aveva un senso, quello di concedere poco campo all’Inter, ma la messa in pratica è risultata disastrosa. I nerazzurri non avranno dominato, vero, ma il problema è che il Milan non ha giocato, e per crescere bisogna anzitutto guardare in casa propria e recitare il doveroso mea culpa.

Suso contro Montella, e alla fine la spunta lo spagnolo

A San Siro è andato in scena l’ennesimo atto del duello a distanza tra Vincenzo Montella e Suso, con il tecnico che continua a insistere schierandolo seconda punta e lui che appena viene spostato sull’estrno la mette dentro con quel sinistro a giro che lo scorso anno ha trascinato la squadra ai preliminari di Europa League. Tradotto: il giocatore non può (ancora) giocare dove vorrebbe l’allenatore ma di certo non può fare panchina.

Suso Inter Milan-Cagliari

Bonaventura, i gol dei ripescati

Il gol messo a segno da Giacomo Bonoaventura dimostra inoltre che forse in passato lasciarlo in panchina è stato un errore. Sia chiaro, Jack non ha brillato, non ha fatto molto ma non ha fatto danni. E ha segnato, e non è poco visti i problemi realizzativi del Milan.

Lazio-Milan Giacomo Bonaventura Milan rivoluzione milan
Bonaventura

E Ruiu attacca: “Del mercato si salva solo Borini”

Dalle colonne di Calciomercato.com arriva velenosa e letale la stoccata di Ruiu che affonda il mercato del Milan: “Andrè Silva, l’attaccante per cui sono stati investiti 40 milioni è ormai evidente che è impresentabile per i match di alto livello, non perché non segna (anche se non è un dettaglio), ma perché non riesce a rendersi utile in nessun modo. Il difensore di 30 anni strapagato a cui la società ha dato in mano le chiavi della squadra, nonché la fascia da capitano, in barba a ogni regola non scritta dello spogliatoio, è sempre il peggiore in campo“. Doppio colpo in no-look per affondare Andre Silva e Leonardo Bonucci, protagonisti in effetti di una prova insufficiente. “La differenza tra noi e l’Inter è tutta qui – conclude Ruiu. Loro hanno un grande bomber e una difesa solida, noi una caterva di pifferai che con le loro melodie strappalacrime ci fanno credere di avere un grande attaccante e un top player della difesa, peccato che poi il campo riporti tutti alla realtà“.

La conclusione è dedicata al resto della campagna acquisti rossonera: “Se a tutto questo aggiungiamo poi Kessie sostituito dopo 45′ per la disperazione, Rodriguez e Biglia che commettono errori grossolani, ecco che del tanto sbandierato mercato si salva solo paradossalmente, ma non casualmente, il più economico Borini“.