Salta la vendita di Iveco a Faw Jiefang: l’offerta presentata dai cinesi sarebbe stata considerata insufficiente.

Salta la vendita di Iveco a Faw Jiefang, una delle trattative più in vista delle ultime settimane. La notizia arriva da Bloomberg ed è stata commentata dal Ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, il quale ha riferito di aver accolto con favore il fallimento della trattativa per la cessione di Iveco.

Giancarlo Giorgetti
Giancarlo Giorgetti

Iveco, salta la cessione ai cinesi di Faw Jiefang

L’operazione è saltata innanzitutto per motivi economici: l’offerta presentata dai cinesi non è stata considerata idonea. Stando alle cifre emerse, i cinesi avrebbero messo sul piatto 3 miliardi e mezzo circa per Iveco. Un’offerta leggermente più alta rispetto a quella da tre miliardi circa presentata lo scorso anno. La proposta non è stata considerata idonea.

La posizione e il ruolo del governo nella trattativa

Stando alle indiscrezioni che circolano sembra che dietro al rifiuto dell’offerta ci sia anche il governo. che si sarebbe opposto alla trattativa. Sembra che Giorgetti fosse pronto a ricorrere al golden power e sembra addirittura, secondo quanto riferito da il Corriere della Sera, che il premier Draghi abbia avuto contatti con il presidente di Exor John Elkann.

John Elkann
John Elkann

Giorgetti: “Accogliamo con favore e valutiamo positivamente la notizia”

Accogliamo con favore e valutiamo positivamente la notizia. Il governo italiano ha seguito con attenzione e attiva discrezione tutta la vicenda perché ritiene la produzione di mezzi pesanti su gomma di interesse strategico nazionale. Il Mise, a questo punto, è pronto a sedersi al tavolo per intervenire per tutelare e mantenere questa produzione in Italia“, ha dichiarato il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti.


18 aprile 1951, viene fondata la Ceca (Comunità europea del carbone e dell’acciaio)

Acs insiste per Autostrade