Pd, Salvini ha condiviso il video di un prestanome della ‘ndrangheta

Caso Riace, Matteo Salvini pubblica un’intervista di Pietro Zucco contro Domenico Lucano. Dal Pd: “Zucco è un noto prestanome della ‘ndrangheta, il ministro si scusi”.

Torna al centro della bufera il ministro dell’Interno Matteo Salvini, questa volta per il caso legato al sindaco di Riace Domenico Lucano. L’uomo, arrestato per favoreggiamento dell’immigrazione, è stato capace di dividere l’opinione pubblica tra chi lo indica come un modello di accoglienza e chi invece lo critica.

Tende più a questa seconda posizione Salvini che ha condiviso sulla propria pagina Faacebook il video di un’intervista all’ex vicesindaco di Riace, Pietro Zucco, il quale critica Lucano per la gestione del Comune.

Dal Pd: Zucco è un noto prestanome della ‘ndrangheta

Il problema, stando a quanto riportato dagli esponenti del Partito democratico, è che lo stesso Pietro Zucco sarebbe un noto prestanome della ‘ndrangheta, un uomo vicino alle cosche della zona di Riace.

fonte foto https://www.facebook.com/maumartina/

Durissimo l’attacco del segretario del Pd Maurizio Martina su Twitter: “Il Ministro dell’Interno posta l’intervista di un prestanome della Ndrangheta a sostegno delle sue tesi. Vergogna. Se ha il senso del ruolo che ricopre la tolga e si scusi“.

Le accuse a Pietro Zucco e il legame con Cosimo Leuzzi

L’uomo, stando a quanto fatto sapere dal Pd, sarebbe pregiudicato per reati collegati alla criminalità organizzata. Anche Luigi Mussari, l’autore dell’intervista a Zucco, che risale al 2016, ha dichiarato proprio nelle ultime ore che l’ex vicesindaco di Riace è un uomo molto conosciuto anche dalle forze dell’ordine locali. Zucco ha gestito un ristorante di proprietà di Cosimo Leuzzi, uno dei boss della zona oggi in carcere al 41 bis.

Zucco sarebbe dunque il volto istituzionale della cosca Leuzzi e ancora oggi, stando alle accuse, gestirebbe gli affari della cosca.

 

Fonte foto copertina: https://www.facebook.com/salviniofficial/

ultimo aggiornamento: 09-10-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X