Migranti, gli sbarchi non si fermano: 70 persone arrivate in Sardegna e in Sicilia

I migranti continuano ad arrivare in Italia. In Sardegna e in Sicilia sono stati registrati almeno sette sbarchi di profughi.

ROMA – Se Matteo Salvini continua a tenere i porti chiusi alle ONG, gli sbarchi individuali dei migranti non si fermano. Secondo quanto riportato dal sito di La Repubblica, nelle ultime ore in Sardegna e Sicilia sono arrivate una settantina di persone con gommoni e barchini, partiti molto probabilmente dalla Tunisia e dall’Algeria.

Ma nei prossimi giorni potrebbero essere registrati altri eventi simili. Infatti il Mediterraneo – come testimoniato da molte imbarcazioni – è pieno di piccole imbarcazioni che tentano di arrivare in Europa per fuggire dalla guerra del proprio Paese. Non sempre riescono nel loro obiettivo e per molti di loro in mare potrebbe finire anche la propria vita.

Migranti
fonte foto https://www.facebook.com/marco.todarello.18

Migranti, le ONG aspettano di tornare in mare

Non è un periodo facile per tutti i migranti che vorrebbero arrivare in Italia attraverso il Mediterraneo. Le ONG, infatti, in questo momento non si trovano a pattugliare le acque libiche. Ma nonostante questo sono molti i profughi che cercano attraverso il mare di arrivare in Europa. Un tentativo disperato che alcune volte potrebbe costare anche la vita mentre in altre occasioni i profughi vengono riportati sulle coste libiche dalla Guardia Costiera locale.

Gli ultimi sbarchi in Italia sono da registrare in Sardegna e in Sicilia dove una settantina di persone sono riuscite ad arrivare sulla terra ferma. Sono in corso tutti gli accertamenti del caso prima di una ricollocazione provvisoria in centri di accoglienza. Il loro futuro è in mano al Viminale che dovrà decidere se rimpatriarli oppure ridistribuirli in altre città italiane. Ma gli arrivi nel nostro Paese non si fermano nonostante il no di Matteo Salvini alle ONG. Solo per queste imbarcazioni i porti restano chiusi al momento.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/marco.todarello.18

ultimo aggiornamento: 23-05-2019

X