Migranti, gli sbarchi non si fermano: 90 persone arrivate a Lampedusa

Migranti, nuovo sbarco a Lampedusa. Salvini: saranno espulsi

Gli sbarchi in Italia non si fermano. 70 migranti sono arrivati a Lampedusa nella giornata di giovedì 11 aprile 2019.

LAMPEDUSA – I porti sono chiusi ma l’isola di Lampedusa no. Nella giornata di giovedì 11 aprile 2019 70 migranti sono stati soccorsi nel Mediterraneo e portati sulla terra ferma per iniziare le operazioni di riconoscimento. Ad effettuare il salvataggio è stata la Guardia Costiera insieme ad una motovedetta della Guardia di Finanza.

Un’operazione considerata non di soccorso e per questo motivo i migranti sono riusciti ad arrivare in Italia. Ma in realtà molto probabilmente la piccola imbarcazione era già stata intercettata in acque italiane e non si poteva fare altro che aiutarli ad arrivare il prima possibile sulla terra ferma. Il futuro di questi profughi ancora non è stato deciso ma possibile che per molti di loro avvenga il rimpatrio come conferma lo stesso Salvini: “In Italia si entra rispettando le regole. Siamo al lavoro per rispedire a casa i migranti nelle prossime ore“.

Guardia Costiera
fonte foto https://twitter.com/guardiacostiera

Migranti, porti chiusi alle ONG ma gli sbarchi non si fermano

In più di un’occasione il governo italiano ha ribadito la chiusura dei porti ma gli sbarchi – almeno quelli singoli – sembrano non fermarsi. In questo 2019 sono diversi i barconi che sono arrivati in Italia da soli senza chiedere aiuto alle ONG. Una strategia che ultimamente viene utilizzata molto spesso dai profughi visto che il loro destino sulle navi non è scritto.

L’ultimo sbarco è avvenuto a Lampedusa. Questa volta la piccola imbarcazione è andata in difficoltà ma la Guardia Costiera è intervenuta per portarli in salvo. Molto probabilmente la barca è stata intercettata in acque italiane e per questo soccorsa dalle autorità del nostro Paese. Non si conosce il futuro di questi migranti che nelle prossime ore potrebbero essere riportati in Libia. Attualmente sono in corso tutte le identificazioni del caso per capire se tra questi migranti sono presenti anche soggetti pericolosi per l’incolumità dell’intero Paese oppure si tratta di persone senza collegamenti con il terrorismo.

fonte foto copertina https://twitter.com/guardiacostiera

ultimo aggiornamento: 12-04-2019

X