Compilare la dichiarazione dei redditi direttamente da casa è possibile

Dove scaricare il PDF del modello 730 2017? Sul sito dell’Agenzia delle Entrate esiste una sezione dedicata alla modulistica 2017 per la dichiarazione dei redditi.

Come scaricare e compilare un file PDF?

Il PDF (Portable Document Forma) è un tipo di file che mantiene inalterato l’aspetto del documento originale sia al momento della stampa, sia al momento di visualizzarlo su qualunque piattaforma (Windows, Mac e altre).

Attualmente è anche possibile modificare un documento in formato PDF inserendo dati in campi appositi. E’ stata inoltre implementata una funzione con la quale è possibile firmare digitalmente il documento. 

I dati numerici o alfanumerici possono essere inseriti nel documento semplicemente digitandoli sulla tastiera utilizzando l’apposita funzione. La funzione di firma invece consente di utilizzare una fotografia della propria firma o della propria sigla da inserire in qualsiasi punto del documento. Una volta apposta la firma o la sigla e salvato il documento, non è più possibile cancellarle.

Per eseguire tutte queste operazioni su un file con estensione PDF è necessario disporre del programma Acrobat Reader . Si tratta di un software completamente gratuito di semplice istallazione.

Dove scaricare il PDF del modello 730?

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti la possibilità di scaricare dal sito ufficiale dell’Agenzia un modello 730 in bianco (in formato PDF) da compilare e in seguito trasmettere all’Agenzia stessa.

Sia il modello 730 2017 sia tutti gli altri documenti necessari alla corretta compilazione e consegna del modello sono in formato PDF e possono essere consultati e scaricati dalla stessa sezione del sito.

Si ricorda che attendendo il 15 Aprile si potrà usufruire del modello 730 precompilato dall’Agenzia delle Entrate: esso conterrà i dati sulla situazione finanziaria del singolo contribuente in possesso dell’Agenzia. Tali dati naturalmente potranno essere aggiornati dal contribuente stesso e si dovrà farli certificare da un CAF o da un commercialista. Nel caso in cui il contribuente non abbia necessità di modificare i dati immessi automaticamente dall’Agenzia delle Entrate nel suo modello 730 non andrà incontro a controlli fiscali di alcun tipo, cosa che potrebbe accadere se compilasse il modulo 730 autonomamente o con l’aiuto di un intermediario.

certificato_unicasim


Come richiedere il Tfr, casi e motivazioni

Il rendimento dei buoni fruttiferi postali a 10 anni