Dallo scontro con Allegri all’ingaggio: i motivi del trasferimento di Bonucci al Milan

I segreti della rottura con la Juventus e l’arrivo di Bonucci al Milan.

Rischia di diventare il caso dell’estate il trasferimento di Bonucci al Milan, un giallo che i tifosi della Juventus continuano a non comprendere e non apprezzare, un’operazione che i rinforzato una rivale storica in rampa di lancio e che ha privato i bianconeri di un leader tecnico e carismatico.

Bonucci e Allegri ai ferri corti, clima teso nello spogliatoio e i milioni rossoneri: la ricetta del colpo ad effetto del mercato del Milan

L’edizione odierna di Tuttosport ha provato a fare luce su quelle che potrebbero essere state le cause della frattura tra Bonucci e la Juventus, un rapporto che sembrava destinare almeno fino alla metà della scorsa stagione, quando una plateale discussione avuta in con il tecnico Allegri ha incrinato i rapporti tra Leo e la società Indimenticabile la scena del difensore azzurro seduto su uno sgabello dello Juventus Stadium, costretto ad assistere a una delle partite più delicate della sua squadra, impegnata nella corsa verso la finale di Champions League, poi persa a Cardiff contro il Real Madrid. E c’è chi dice che anche in quell’occasione Bonucci abbia avuto comportamenti sopra le righe negli spogliatoi.

Molte voci concordano insomma sul fatto che Leonardo Bonucci abbia un carattere difficile, che lo avrebbe alla lunga portato a compromettere il rapporto con alcuni dei suoi compagni e con l’allenatore.

MASSIMILIANO ALLEGRI Juventus
MASSIMILIANO ALLEGRI

Oltre al complicato rapporto tra Bonucci e Allegri, a spingere il giocatore lontano da Torino sarebbero stati anche (almeno in parte) gli otto milioni di ingaggio messi sul piatto dalla dirigenza rossonera.

ultimo aggiornamento: 19-07-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X