Scontro Salvini-Barilla. L’azienda: “Non abbiamo mai autorizzato l’utilizzo dei nostri brand”.

ROMA – Scontro tra Matteo Salvini e Barilla. E’ polemica per la decisione da parte del leader della Lega di utilizzare uno spot che l’azienda ha deciso di utilizzare per sponsorizzare i Ringo.

Nella foto l’ex ministro dell’Interno batte il cinque ad un ragazzo di colore con l’immagine accompagnata dalla didascalia “uniti si vince”. Accanto compare anche la celebre scena che la Barilla in passato aveva utilizzato per pubblicizzare il proprio prodotto.

La replica della Barilla

La foto di Matteo Salvini, pubblicata in piena campagna elettorale, ha suscitato diverse polemiche sui social. In tanti hanno chiesto alla stessa azienda se c’era stata l’autorizzazione all’utilizzo del brand.

Immediata la replica della multinazionale che ha deciso di prendere le distanze dal leader della Lega: “Il Gruppo Barilla conferma che non ha autorizzato e non autorizza l’utilizzo dei propri marchi, compreso il brand Ringo, da parte di nessun movimento o gruppo politico“.

Un post che è stato accolto con molta soddisfazione da parte degli utenti che hanno chiesto un chiarimento alla stessa azienda dopo la foto pubblicata da Matteo Salvini sui social.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

I precedenti

Non è la prima volta che aziende o società sportive prendono le distanze da Matteo Salvini dopo aver utilizzato il proprio logo o brand. Questa volta è stata la Barilla con un post sui social a smentire qualsiasi autorizzazione all’ex Ministro dell’Interno all’utilizzo del brand dei famosi biscotti.

Una foto, quella del leader leghista, che ha provocato diverse polemiche con molti utenti che hanno criticato Salvini. La presa di dposizione da parte della multinazionale non si è fatta attendere con la vicenda che ha procurato diverse polemiche in Italia.

Di seguito il post della Barilla dopo critiche nate sui social

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
barilla economia Matteo Salvini politica

ultimo aggiornamento: 01-09-2020


Rete unica, via libera dai cda di Tim e Cdp

Scontri a Portland, Trump: “Andremo lì e faremo pulizia”