Se abbiamo bisogno di fare screenshot con il puntatore del mouse ci sono diversi programmi che possono fare al caso nostro. Scopriamoli insieme.

Gli screenshot ci permettono di salvare rapidamente informazioni importanti che si trovano sullo schermo del cellulare o del computer. Windows 10 fornisce un paio di opzioni per fare uno screenshot, entrambe con dei tool interni più o meno versatili. Tuttavia, per qualche curioso motivo, se vogliamo fare screenshot con il puntatore del mouse incluso nell’immagine è tutta un’altra storia.

Il primo metodo prevede la pressione del pulsante stamp mentre il secondo metodo prevede l’utilizzo di un programmino chiamato strumento di cattura.

Il metodo che previene la pressione del pulsante stamp è estremamente basilare e sostanzialmente ci fa ottenere uno screenshot dell’esatta schermata che abbiamo davanti in quel momento. Lo strumento di cattura è più versatile perché ci permette di selezionare cose ottenere e cosa no mancando, però di opzioni di personalizzazione come quelle relative al puntatore del mouse.

Vediamo alcune applicazioni per poter mantenere il puntatore all’interno dello screenshot.

Greenshot

Un popolare software open-source per ottenere screenshot è Greenshot. Oltre al classico screenshot il programma ha diverse funzioni di editing extra ed è decisamente personalizzabile, adattandosi perfettamente ai nostri bisogni, specie se abbiamo voglia di mantenere il puntatore dello schermo ben visibile all’interno della nostra immagine.

Per poter ottenere uno screenshot comprensivo di puntatore installiamo Greenshot sul PC e avviamolo.

L’applicazione verrà eseguita in background, quindi quando abbiamo bisogno di uno screenshot possiamo premere il tasto a cui il programma è associato in maniera predefinita (è il solito stamp) oppure andare nell’angolo destro della barra delle applicazioni e cercare la sua icona.

Greenshot, di default, mantiene il puntatore del mouse all’interno dei suoi screenshot. Se il puntatore non dovesse essere presente  facciamo clic sull’icona nella barra delle applicazioni e selezioniamo preferenze.

Facciamo clic sulla scheda cattura e poi applichiamo la spunta di conferma sulla voce cattura puntatore mouse.

Fatto ciò siamo pronti per fare uno screenshot comprensivo di puntatore del mouse. Premiamo Stamp per fare uno screenshot partendo da un riquadro o usiamo la scorciatoia CTRL + Stamp per fare uno screenshot dell’intera schermata. Non solo: se decideremo di elaborare le immagini successivamente con il piccolo editor interno a Greenshot, avremo la possibilità di decidere in un secondo tempo se conservare, eliminare o addirittura modificare il puntatore del mouse.

Registratore azioni utente

Il registratore azioni utente è un software integrato in Windows 10 nascosto tra le pieghe del pannello di controllo.

Questo strumento è in grado di registrare le operazioni che eseguiamo sul nostro PC, registrando collateralmente anche i movimenti che vengono fatti da mouse e tastiera.

La funzione principale del registratore azioni utente è quello di creare percorsi rieseguibili poi da un eventuale supporto online, in modo da mostrare esattamente un procedimento che poi porta a un problema.

Come abbiamo detto qualche riga sopra tra le caratteristiche di questo strumento troviamo anche la capacità di registrare ciò che viene mandato in input da mouse e tastiera, per questo motivo possiamo utilizzarlo per ottenere uno screenshot comprensivo di puntatore del mouse.

Per poter ottenere questo tipo di screenshot apriamo il registratore azioni utente: facciamo clic su start e selezioniamo poi accessori di Windows e registrazione azioni utente.
In alternativa possiamo aprire esegui premendo Win + R, digitare psr.exe e poi cliccare ok.

Premiamo inizia registrazione e facciamo un azione che comprenda qualcosa con ciò che vogliamo screenshottare. Fatto ciò clicchiamo su interrompi registrazione.

Dopo aver cliccato interrompi registrazione comparirà una finestra che ci mostrerà le nostre ultime azioni, giustificando ogni clic con uno screenshot.

A questo punto apriamo lo strumento di cattura, dal registro delle azioni compiute, facciamo uno screenshot allo screenshot che ci interessa. Una procedura un po’ bizantina che però ha il vantaggio di permetterci di fare tutto con gli strumenti di Windows senza bisogno di installare nulla.

Il vantaggio è rappresentato dall’evidenziazione automatica della finestra interessata dal clic del mouse.

IrfanView

IrfanView è un utilissimo software per la gestione delle immagini sviluppato da Irfan Skiljan e disponibile gratuitamente qui. Le cose che IrfanView può fare solo moltissime: dal gestire album fotografici al permetterci di modificare in maniera veloce e rapida le foto, dal ridimensionamento singolo a quello in blocco, dalla gestione dei colori alla cattura degli screenshot.

Per catturare uno screenshot usando IrfanView apriamo il programma, facciamo clic sul menu options e poi clicchiamo su capture/screenshot. In alternativa premiamo il tasto C per attivare rapidamente la funzione.

Dalla finestra appena aperta assicuriamoci di aver messo il segno di spunta su include mouse cursor (not for option 5,6), selezioniamo la capture area e poi premiamo start.

screenshot puntatore

In alternativa possiamo scattare uno screenshot semplicemente utilizzando la combinazione standard del programma, impostata in maniera predefinita come CTRL + F11.

ShareX

ShareX è l’ennesima popolare applicazione per fare gli screenshot in maniera personalizzata ed efficace presente all’interno dell’ambiente di Windows 10.

Come gli altri programmi precedentemente citati Share X è dotato di un sacco di funzioni e strumenti secondari come un contagocce per il colore, un righello e anche un sistema per leggere i QR Code catturati con uno screenshot.

Tra le sue altre funzioni parallele troviamo anche le funzionalità relative alla registrazione dello schermo.

Per poter scattare uno screenshot comprensivo di puntatore del mouse seguiamo questa procedura.

Installiamo Share X e apriamolo.
Dalla colonna di sinistra selezioniamo la voce impostazioni operazioni e poi, dalla finestra aperta, facciamo clic sulla voce cattura.

A questo punto dovremo semplicemente mettere la spunta sulla primissima voce della finestra, quella chiamata mostra cursore negli screenshot e poi premere la solita croce rossa per uscire dalla finestra in alto a destra.

A questo punto potremo scattare screenshot secondo i termini che abbiamo deciso all’interno di Share X e includere in essi anche il puntatore del mouse.
Share X ci permette di ottenere screenshot di una regione, di un’intera finestra e della finestra attiva in quel momento.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/photos/fortnite-gioco-per-computer-gioco-4129124/


Come riflettere un’immagine in Powerpoint orizzontalmente

Word non si avvia? Ecco come risolvere il problema