Spostamenti verso le seconde case, le nuove regole alla luce del decreto del 22 febbraio, il primo del governo Draghi per quanto riguarda la gestione dell’emergenza sanitaria.

Il primo decreto del governo Draghi sull’emergenza coronavirus interviene sugli spostamenti e cambia le regole per quanto riguarda la possibilità di raggiungere le seconde case. Alla luce del provvedimento del 22 febbraio, infatti, non tutti potranno raggiungere la seconda abitazione e non sempre.

Seconde case, le nuove regole dopo il primo decreto del Governo Draghi sull’emergenza coronavirus

In base al decreto approvato in Consiglio dei Ministri nella mattinata del 22 febbraio, la possibilità di raggiungere la seconda casa dipende dal colore della nostra Regione di appartenenza. Una nuova restrizione che nelle ultime settimane non era in vigore. L’ultimo aggiornamento delle regole da parte del governo Conte infatti non contemplava questo tipo di restrizione.

Chi vive in zona Gialla

I residenti in zona Gialla possono recarsi nelle seconde case anche fuori regione a condizione che non si trovino in zona arancione scuro o in zona rossa. Sono quindi consentiti gli spostamenti (per raggiungere la seconda casa) in zona gialla e in zona arancione.

Chi vive in zona Arancione

Le persone che si trovano in zona Arancione possono recarsi nelle seconde se si trovano in zona gialla e in zona Arancione. Sono vietati gli spostamenti verso le zone rosse e le zone rosso scuro.

Chi vive in zona Arancione rafforzata invece non può spostarsi dal proprio Comune se non per motivi di esigenza, lavoro o salute. Non è consentito quindi lo spostamento per raggiungere la seconda casa.

Chi vive in zona Rossa

L’ultima novità riguarda chi vive in zona rossa, che in base al nuovo decreto del22 febbraio può uscire di casa solo per motivi di necessità I residenti in Regioni che si trovano in zona rossa quindi non possono raggiungere le seconde case.

Carabinieri
Carabinieri

Il nuovo dpcm

Il governo ha approvato il nuovo dpcm in scadenza il prossimo 6 aprile. Stando a quanto emerso nelle ultime ore non si esclude un nuovo intervento del governo per introdurre nuove restrizioni alla luce del nuovo aumento dei casi e della rinnovata pressione sul sistema sanitario.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 24-02-2021


Come sta Tiger Woods: le condizioni dopo il grave incidente

Agguato in Congo, i risultati dell’autopsia: non è stata un’esecuzione