Quattro dosi di vaccino iniettate ad una ragazza di 23 anni a Massa Carrara. L’Asl ha aperto un’indagine.

MASSA CARRARA – Quattro dosi di vaccino iniettate ad una ragazza di 23 anni a Massa Carrara. La particolare vicenda è accaduta all’ospedale di Noa nella giornata di domenica 9 maggio. La giovane si è presentata al nosocomio per ricevere la prima dose essendo iscritta alla facoltà di psicologia clinica.

Per errore, però, le sono state somministrate quattro dosi al posto di una. Le sue condizioni non sono preoccupanti, ma l’Asl ha deciso di aprire un’indagine per accertare quanto successo e risalire ad eventuali responsabilità.

In un primo momento sembrava che alla giovane fossero state somministrate addirittura sei dosi.

L’episodio

L’episodio è successo a Massa Carrara nella giornata di domenica. La giovane, subito dopo la somministrazione del vaccino Pfizer, è tornata a casa senza particolari problemi di salute. Solo nelle ore successive i medici si sono accorti dell’errore e hanno richiamato la giovane in ospedale per trascorrere 24 ore di osservazione per precauzione.

Il quadro clinico della 23enne è buono. La studentessa di psicologia clinica ha solo avuto un po’ di mal di testa la sera. I medici nella mattinata di lunedì hanno deciso per le dimissioni. La sua situazione, comunque, resterà sotto osservazione anche nei prossimi giorni.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

Aperta un’indagine

E’ stata aperta un’indagine per accertare meglio quanto successo e individuare eventuali responsabilità. Un errore che, fortunatamente, non ha avuto conseguenze gravi per la studentessa.

La vicenda molto particolare è successa all’ospedale di Massa Carrara. La giovane si è vista iniettare quattro dosi invece di una. Una disattenzione che non ha portato, fortunatamente, particolari conseguenze per la giovane.


Italia zona bianca e via le mascherine all’aperto, ecco quando

Giallo a Cagliari, 42enne trovato morto in casa