Il calcetto coi colleghi fa parte dell’orario di lavoro: ecco la sentenza ‘Fantozzi’

In Spagna è stato deciso che giocare a calcetto con i colleghi fa parte dell’orario di lavoro. E la mente va subito a Fantozzi.

MADRID (SPAGNA) – “Giocare a calcetto con i colleghi fa parte dell’orario di lavoro“. A dirlo è una sentenza del Tribunale di Vigo che ha confermato il pensiero dell’Audicencia Nacional. Una vicenda che è stata sollevata da Altadis, una multinazionale iberica che da anni organizza un torneo con i tabaccai che rifornisce.

Proprio questa competizione è stata al centro delle polemiche tra sindacati e la società iberica. Secondo quanto riportato da El Mundo, i primi hanno portato la vicenda in tribunale riuscendo ad ottenere il pieno riconoscimento delle partite come orario di lavoro. Quindi la giornata successiva lavorativa non può iniziare se non sono trascorse almeno 12 ore dalla fine della partita. Una sentenza che conferma l’accordo trovato prima del torneo. La partecipazione resta volontaria ma il dipendente che decide di aderire alla competizione ha il diritto di recuperare il tempo sul terreno di gioco con ore libere o giorni di pausa. L’azienda ha portato la situazione in Tribunale ma i giudici hanno dato ragione ai sindacati.

Tribunale
fonte foto https://twitter.com/marziadegiuli

La moda Fantozzi spopola in Spagna

La sentenza in Spagna ha riportato la mente alle imprese del ragionier Fantozzi che è stato protagonista di tante partite tra scapoli ed ammogliati. E non è escluso che nelle prossime settimane un qualcosa di simile venga fatto anche in Italia.

La decisione del Tribunale spagnolo può essere un precedente. E le multinazionali potrebbero pensare di organizzare un torneo di calcetto per permettere ai propri dipendenti di legare. E cosa meglio di una partita di pallone per dare la possibilità dei lavoratori di fare amicizia? La strada è stata aperta in Spagna con altri Paesi che potrebbero adeguarsi nel giro di pochi mesi.

Di seguito il video con una delle scene epiche di Fantozzi

fonte foto copertina https://twitter.com/marziadegiuli

ultimo aggiornamento: 15-06-2019

X