Serie A, i risultati di domenica 8 dicembre 2019. Il Milan batte il Bologna e si rilancia in classifica. Crisi aperta per la Fiorentina.

ROMA – Serie A, i risultati di domenica 8 dicembre. Dopo i tre anticipi di ieri, la quindicesima giornata è continuata oggi con le ultime sei sfide in programma. Colpo esterno del Milan a Bologna mentre la Fiorentina subisce il quarto k.o. consecutivo.

Serie A, i risultati delle sfide di domenica 8 dicembre

Di seguito il resoconto completo delle sfide di domenica 8 dicembre

Serie A, Bologna-Milan 2-3: secondo successo consecutivo per i rossoneri

Marcatori: 14′ Piatek (M), 31′ Theo Hernandez (M), 40′ aut. Theo Hernandez (B), 46′ Bonaventura (M), 84′ rig. Sansone N. (B)

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo Lar., Denswil; Schouten (46′ Svanberg), Poli; Skov Olsen (76′ Orsolini), Dzemaili (64′ Santander), Sansone N.; Palacio. All. Mihajlovic

Milan (4-3-3): Donnarumma G.; Conti, Musacchio, Romagnoli A., Hernandez T.; Kessié, Bennacer (70′ Biglia), Bonaventura (79′ Paquetà); Suso, Piatek, Calhanoglu (85′ Castillejo). All. Pioli

Arbitro: Sig. Daniele Chiffi di Padova

Note: Ammoniti: Bani, Tomiyasu, Palacio, Santander (B); Bennacer, Romagnoli A. (M)

La prima chance del match capita sui piedi di Skov Olsen ma la conclusione è centrale per creare problemi a Donnarumma. Al 14′ la sfida si sblocca. Bani ferma fallosamente in area di rigore Piatek. Dal dischetto si presenta lo stesso polacco: palla da una parte e portiere dall’altra. Fatica a reagire il Bologna e il Milan ne approfitta. Suso inventa, Theo Hernandez concretizza. La squadra di Pioli sembra in assoluto controllo ma al 40′ lo spagnolo sugli sviluppi di un corner manda la palla nella propria porta.

Nella ripresa il Milan trova subito il tris. Bonaventura raccoglie una respinta corta di Tomiyasu e batte Skorupski. Il Bologna si getta in avanti ma rischia in un paio di occasioni. La partita viene riaperta all’84’ quando Sansone dal dischetto batte Donnarumma. La squadra di Mihajlovic si getta in avanti alla ricerca del pareggio, concedendo qualche contropiede ai rossoneri. Ma il punteggio non cambia, i ragazzi di Pioli portano a casa tre punti fondamentali.

Le dichiarazioni di Pioli nel post partita

Le dichiarazioni di Stefano Pioli nel post partita ai microfoni di Sky Sport: “Dobbiamo pensare alla prossima partita. Queste due trasferte ci hanno lasciato sensazioni positive, crediamo più nelle nostre qualità. Il Sassuolo l’ho visto bene e per questo ci aspetta una partita difficile“.

Milan-Spal Stefano Pioli Roma-Milan
Stefano Pioli

Serie A, Sampdoria-Parma 0-1: Kucka decide a Marassi

Marcatori: 21′ Kucka

Sampdoria (4-4-2): Audero; Thorsby, Ferrari, Colley, Murru; Ramirez G. (59′ Léris), Vieira (60′ Linetty), Ekdal, Jankto (80′ Caprari); Quagliarella, Gabbiadini. All. Ranieri

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Kucka (46′ Brugman), Hernani, Barillà; Kulusevski (85′ Grassi), Cornelius (69′ Dermaku), Gervinho. All. D’Aversa

Arbitro: Sig. Rosario Abisso di Palermo

Note: Ammoniti: Vieira, Gabbiadini, Thorsby (S); Cornelius, Dermaku (P); Angoli: 3-2 per la Sampdoria. Recupero: 1′ p.t.; 6′ s.t.

Dopo un avvio di partita all’insegna dell’equilibrio il Parma trova il gol del vantaggio al ventunesimo minuto con Kucka che su calcio d’angolo dalla sinistra di Hernani stacca con il tempo giusto e batte Audero con un colpo di testa sul primo palo. Il match prosegue senza particolari sussulti fino all’intervallo.

Nella ripresa la squadra doriana si getta all’attacco e solo la traversa colpita da Gabbiadini e il VAR sulla rete di Quagliarella salvano i Ducali. Vittoria importante per i giallo-blu che si rilanciano in zona Europa. la squadra di Ranieri sempre nelle parti basse della classifica.

Serie A, Torino-Fiorentina 2-1: secondo successo consecutivo per i granata

Marcatori: 21′ Zaza (T), 72′ Ansaldi (T), 90’+1 Caceres (F)

Torino (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Bremer; De Silvestri (12′ Ola Aina), Rincon, Baselli, Ansaldi; Verdi (76′ Laxalt), Berenguer (58′ Meité); Zaza. All. Mazzarri

Fiorentina (4-3-3): Dragowski; Caceres, Milenkovic, Ceccherini, Dalbert; Benassi, Pulgar, Castrovilli; Ghezzal (51′ Sottil), Vlahovic (78′ Pedro), Chiesa. All. Montella

Arbitro: Sig. Piero Giacomelli di Trieste

Note: Ammoniti: Ola Aina, Baselli, Rincon, Izzo (T); Chiesa, Caceres, Vlahovic (F). Angoli: 3-9 per la Fiorentina. Recupero: 2′ p.t.; 3′ s.t.

Inizio di primo tempo dominato dal Torino che ha diverse occasioni prima del vantaggio arrivato al 21′. Bellissima azione di Ansaldi sulla sinistra, cross al centro dove Zaza non manca l’appuntamento e di testa batte Dragowski.

Nella ripresa è la squadra di Montella a fare la partita anche se le occasioni latitano. Nei primi 20′ l’unica da segnalare capita sui piedi di Chiesa, attento Sirigu. Il forcing della Viola non porta gli effetti sperati e il Torino colpisce in contropiede. Ansaldi, dopo l’assist, si mette in proprio e realizza il 2-0 per i granata. Gli ospiti continuano a giocare nella metà campo dei granata e trovano la rete della bandiera nel finale. Azione di Chiesa sulla sinistra, palla per Caceres che in scivolata batte Sirigu. In pieno recupero la Fiorentina tenta di tutto per evitare il quarto k.o. consecutivo ma la mira non è precisa. Seconda vittoria di fila per i granata.

Serie A, SPAL-Brescia 0-1: Balotelli decide al ‘Paolo Mazza’

Marcatori: 54′ Balotelli

SPAL (4-3-2-1): Berisha E.; Cionek, Tomovic, Vicari, Igor; Missiroli, Murgia (86′ Moncini), Kurtic; Jankovic M. (71′ Paloschi), Valoti (58′ Floccari); Petagna. All. Semplici

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Mateju; Bisoli, Tonali, Ndoj (66′ Magnani); Romulo; Torregrossa (79′ Donnarumma Alf.), Balotelli (72′ Ayé). All. Corini

Arbitro: Sig. Daniele Orsato di Schio

Note: al 74′ Joronen (B) para un rigore a Petagna (S). Ammoniti: Vicari, Kurtic, Cionek (S); Cistana, Magnani, Joronen (B). Angoli: 3-1 per la SPAL. Recupero: 1′ p.t.; 7′ s.t.

Prima mezz’ora senza particolare emozioni al ‘Mazza’. La prima chance capita per Balotelli, attento Berisha. I padroni di casa trovano il vantaggio al 32′ ma l’arbitro annulla tutto per fuorigioco di Kurtic.

Al ‘Mazza’ il match si sblocca al 54′ dopo una tripla occasione non sfruttata del Brescia. E sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio. Cross di Romulo per Balotelli, SuperMario realizza il gol del vantaggio a porta vuota dopo la deviazione di Berisha. Prova la reazione la SPAL che ha l’occasione per pareggiare i conti al 74′ dopo un fallo di Magnani su Paloschi. Dal dischetto si presenta Petagna, Joronen intuisce e nega la gioia della rete all’attaccante. Il forcing degli estensi non porta i frutti sperati con il Brescia che nel finale non riesce a raddoppiare con Donnarumma. Vittoria importante per le Rondinelle con la panchina di Semplici che traballa sempre di più.

Serie A, Sassuolo-Cagliari 2-2: Ragatzu riprende i neroverdi

Marcatori: 7′ Berardi D. (S), 35′ Djuricic (S), 51′ Joao Pedro (C), 90′ Ragatzu (C)

Sassuolo (4-2-3-1): Turati; Toljan, Marlon (46′ Peluso), Romagna, Kyriakopoulos; Locatelli M., Magnanelli; Berardi D. (74′ Traoré), Djuricic (89′ Obiang), Boga; Caputo F. All. De Zerbi

Cagliari (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Pellegrini Lu. (46′ Lykogiannis); Nandez (78′ Nandez), Cigarini, Rog; Nainggolan, Joao Pedro; Simeone (46′ Cerri). All. Maran

Arbitro: Sig. Luca Pairetto di Nichelino

Note: al 65′ Berardi D. (S) calcia sulla traversa un calcio di rigore. Ammoniti: Berardi D., Magnanelli, Djuricic (S); Klavan, Pellegrini Lu., Rog, Pisacane (C). Angoli: 8-4 per il Sassuolo. Recupero: 0′ p.t.; 5′ s.t.

Pronti via e il Sassuolo trova subito il vantaggio. Azione in contropiede dei neroverdi, Djuricic trova Berardi in profondità. Il capitano con il destro trafigge Rafael aiutato anche da una deviazione. Fatica a reagire la squadra di Maran con i padroni di casa che al 35′ trovano il raddoppio. Ennesima azione di contropiede: Berardi lancia Toljan, il terzino serve a rimorchio Djuricic che con il destro batte Rafael.

Ad inizio ripresa il Cagliari trova il gol che riapre il match. Conclusione dalla distanza deviata dalla difesa del Sassuolo, la palla arriva sulla testa di Joao Pedro che batte Turati, non perfetto in uscita. I sardi si gettano in avanti ma è il Sassuolo ad avere la chance per il tris. Tocco con il braccio in area di rigore di Lykogiannis. Dal dischetto si presenta Berardi, palla sulla traversa. Nel finale la squadra di Maran riesce a trovare il pareggio con Ragatzu che con il destro fredda Turati sul primo palo dopo un rimpallo in area di rigore. Non succede nulla nel recupero con il Cagliari che rimane agganciato al quarto posto grazie alla rete negli ultimi istanti di gara di Ragatzu.

Serie A, Lecce-Genoa 2-2: rimonta pugliese al ‘Via del Mare’

Marcatori: 31′ Pandev (G), 45’+5 rig. Criscito (G), 60′ Falco (L), 70′ Tabanelli (L)

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Dell’Orco, Calderoni; Majer, Tachtsidis (46′ Majer), Petriccione; Shakov (59′ Farias); La Mantia, Babacar (51′ Falco). All. Liverani

Genoa (3-4-2-1): Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Ghiglione, Schone (63′ Cassata), Sturaro, Pajac (90’+3 Ankersen); Pandev, Agudelo; Pinamonti (83′ Favilli). All. Thiago Motta

Arbitro: Sig. Gianluca Rocchi di Firenze

Note: Ammoniti: La Mantia, Lucioni, Petriccione, Tabanelli. (L); Pajac (G). Espulsi: al 69′ Agudelo (G) per doppia ammonizione; al 77′ Pandev (G) per doppia ammonizione. Angoli: 11-3 per il Lecce. Recupero: 3′ p.t.; 3′ s.t.

Partenza equilibrata con il match del ‘Via del Mare’ si sblocca al 31′ con un bellissimo gol di Goran Pandev. Immediata la replica dei padroni di casa con La Mantia, palla sull’esterno della rete e Tachtsidis, palo. Allo scadere del primo tempo, però, clamorosa ingenuità di Lucioni che ferma fallosamente in area di rigore Pandev. Freddo dal dischetto Criscito e 2-0 per il Grifone.

Nella ripresa una chance per parte prima della rete di Falco con il sinistro a giro. La rete accende il match con la squadra ospite che rimane in dieci per il doppio giallo per Agudelo. In superiorità il Lecce pareggia subito con Tabanelli che sfrutta il cross di Falco. Nel finale di gara la squadra di Thiago Motta resta in nove per il rosso a Pandev ma il punteggio non cambia. Un punto che serve soprattutto ai padroni di casa che, però, non riescono a infrangere il tabù casalingo.

fonte foto copertina https://twitter.com/acmilan

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio calcio news evidenza milan News Serie A sport

ultimo aggiornamento: 09-12-2019


Juventus, Bentancur: distrazione del legamento. Il centrocampista uruguaiano fermo almeno 10 giorni

La rosa del Napoli nella stagione 2019-2020