lo sfarfallio dello schermo è un fastidio considerevole, ma per fortuna spesso si può risolvere con alcuni semplici accorgimenti. Ecco come fare.

Lo schermo di un pc con installato il sistema operativo Windows 10 può sfarfallare per una lunga lista di motivi. Se non abbiamo idea di quale sia la causa esatta, proviamo ad applicare una di queste procedure per risolvere lo sfarfallio dello schermo, tentando le cause più comuni.

Queste soluzioni funzionano sia per computer fissi (desktop) sia per portatili (laptop) con uno schermo esterno collegato.

Il cavo non è connesso bene e crea lo sfarfallio dello schermo

La più banale delle motivazioni è quella più comune: alle volte il problema dello sfarfallio è dato dai cavi dei monitor. Se questi non sono stati inseriti correttamente possono causare facilmente lo sfarfallio dello schermo.

Con il tempo ed i movimenti involontari di lavoro, i cavi possono sfilarsi dai loro slot, specie se sono attaccati in verticale e non in orizzontale, oppure “cedere” sotto il peso dei cavi stessi, soprattutto se per qualche motivo questi sono sospesi o messi in posizioni che li sottopongono a sollecitazioni meccaniche.

Questo problema è molto semplice da risolvere: scolleghiamo e ricolleghiamo il cavo al monitor, assicurandoci che stavolta il cavo risulti davvero ben serrato e non sia pendente.
Tutte le tipologie di cavi privi di viti hanno questo problema quindi ricordiamoci di fare sempre qualche controllo.

Sostituiamo il cavo del monitor

I cavi che usiamo per collegare i monitor al PC possono essere di bassa qualità e spesso risultano essere l’origine dei problemi di sfarfallio sopracitati.

Se abbiamo un cavo economico o scopriamo che il nostro cavo è danneggiato/rosicchiato (molto comune se abbiamo animali in casa) procediamo ad acquistare nuovamente tale oggetto. Prendiamo un cavo di alta qualità o semplicemente un cavo più robusto e usiamolo con il nostro dispositivo.

Cosa intendiamo per alta qualità? Per alta qualità si intende un cavo che sia consigliato direttamente dal produttore del monitor o che sia prodotto dalla stessa azienda che si preoccupa di marchiare il monitor.

In alternativa possiamo anche affidarci ad un cavo di produttori terzi, cercando di capire dalle recensioni se fa o meno al caso nostro. Come regola generale, diffidiamo dei cavi che costano pochi euro, a meno che non si tratti di offerte speciali o sconti.

Se non siamo sicuri di quale tipo di cavo abbiamo bisogno (se è HDMI, DisplayPort o DVI) scattiamo una foto alle uscite del cavo e confrontiamolo con le foto che si possono trovare su internet con una rapida ricerca; in questo modo potremo identificare la tipologia di cavo che ci serve.

Il libretto d’istruzioni del nostro monitor elenca anche i tipi di cavo che vengono supportati. Solitamente un monitor supporta diversi tipi di ingressi e diversi tipi di cavi. Facciamo attenzione ad acquistare cavi non eccessivamente lunghi perché, questi ultimi, tendono a perdere qualità nel segnale se non sono realizzati con grande cura.

Disinstalliamo le applicazioni che potrebbero dare problemi

Diverse applicazioni possono anche causare lo sfarfallio dello schermo del nostro PC Windows 10. Per esempio, in passato, alcuni dei prodotti sviluppati da Norton hanno fatto parlare di loro perché generavano problemi di flickering su determinati modelli di schermi.

A meno che non sappiamo esattamente quale app stia causando il problema (nel qual caso, dovremmo disinstallare l’applicazione attraverso la procedura di disinstallazione), per prima cosa dobbiamo cercare di identificare la fonte del problema.

Il modo migliore per farlo è cercare di capire quando lo schermo ha iniziato a mostrare problemi di sfarfallio.

Se il problema è comparso poco dopo aver installato una particolare applicazione è molto probabile che essa sia la fonte dei problemi.
In questo caso controlliamo il sito ufficiale dell’applicazione per cercare aggiornamento o cerchiamo sui motori di ricerca eventuali problemi noti tra l’applicazione e il nostro modello dello schermo.

Se non troviamo una versione più recente dell’applicazione saremo costretti a rimuoverla. Dovremo fare affidamento su di un programma alternativo finché lo sviluppatore dell’app non risolve il problema.

Per disinstallare l’applicazione apriamo le impostazioni di Windows 10. Per farlo possiamo cliccare sul pulsante a forma di ingranaggio presente nel menu start o usare la scorciatoia Windows + I

Facciamo clic sul pulsante app nella finestra delle impostazioni e iniziamo a scorrere la lista di applicazioni fino a trovare quella da disinstallare. Clicchiamo sull’app e poi facciamo clic sulla voce disinstalla.

Riavviamo il computer per controllare se il problema è sparito.

Reinstalliamo i driver dello schermo

Secondo Microsoft una delle cause più comuni dello sfarfallio dello schermo è legato ai driver del diplay. Un modo semplice per risolvere il problema è quello di reinstallare i driver dello schermo.

Per farlo dovremo semplicemente rimuovere i driver dal PC, in questo modo costringeremo il sistema operativo ad effettuare la nuova installazione attraverso gli aggiornamenti automatici.

Per reinstallare i driver dovremo avviare il PC in modalità provvisoria, onde evitare problemi.
Apriamo le impostazioni di Windows facendo clic sull’icona dell’ingranaggio nel menu start o utilizzando la scorciatoia Windows + I e poi clicchiamo su aggiornamento e sicurezza.

Dalla colonna di sinistra facciamo clic su ripristino e cerchiamo il pulsante riavvia ora sotto la voce avvio avanzato. Durante il riavvio apparirà una schermata blu con diverse opzioni: facciamo clic su risoluzione dei problemi, opzioni avanzate, impostazioni di avvio e poi su riavvio.

Premiamo 4 sulla tastiera al successivo riavvio per attivare la modalità provvisoria. Se vedremo il testo modalità provvisoria sul desktop saremo riusciti nel nostro intento.

A questo punto facciamo clic col tasto destro del mouse su start e selezioniamo la voce gestione dispositivi. A questo punto facciamo clic su monitor e poi facciamo clic col destro sul nome del monitor. Se questo non dovesse essere presente facciamo clic col destro su monitor generico plug and play e clicchiamo su disinstalla dispositivo.
Dalla finestra che si aprirà facciamo clicca su disinstalla e poi riavviamo il pc.

sfarfallio schermo

A questo punto il PC si sarà avviato normalmente. Apriamo nuovamente le impostazioni e andiamo su aggiornamento e sicurezza e poi su Windows Update. Facciamo clic sul pulsante verifica disponibilità aggiornamenti e lasciamo il pc lavorare al posto nostro. Assicuriamoci di essere connessi ad internet per permettere il download dei file e lasciamo il computer lavorare per terminare l’installazione. Terminata l’installazione riavviamo nuovamente la macchina per riportare tutte le condizioni a quelle di partenza e controlliamo se lo sfarfallio sarà ancora presente.

Fonte foto: pexels.com/photo/black-flat-screen-computer-monitor-1714208/


I tre migliori siti per inviare file pesanti in maniera anonima

Comprimere file Word, ecco i sistemi più semplici ed efficaci