Passo in avanti per la sicurezza dei bambini, all’interno delle auto in arrivo il seggiolino con airbag incorporato.

La sicurezza fa passi da gigante, anche per i seggiolini nelle automobili per i bambini. Infatti in arrivo un seggiolino con airbag incorporato prodotto e brevettato in Germania da Cybex che da un nuovo standard di sicurezza.

Il fondatore di Cybex, Martin Pos parla così come riferito da repubblica.it: “Per decenni, gli airbag sono stati elementi di sicurezza essenziali per i veicoli, proteggendo gli adulti da lesioni gravi in caso di incidente. Da quando la nostra azienda è stata fondata nel 2005. Avevamo la visione di creare un seggiolino auto che avrebbe reso accessibile questa tecnologia anche ai bambini. Grazie al duro lavoro del nostro team di sviluppo negli ultimi 16 anni e grazie alle nuove tecnologie, è con grande orgoglio che lanciamo Cybex Anoris T i-Size“.

Rialzino auto

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I dettagli sulla sicurezza

La nuova creazione di questo seggiolino è stato progettato per i bimbi tra i 15 mesi e i sei anni con misure tra i 75 e i 115 cm all’incirca. Dopo i numerosi test di crash, il risultato è stato che Anoris T i-Size ha prestazioni di sicurezza migliori del 50%. Nel confronto con qualsiasi altro esemplare tradizione simile. L’airbag inoltre funziona come quello degli adulti.

Il responsabile dello sviluppo Cybex, Franz Peleska parla così come riferito dalla repubblica.it: “L’airbag è stato testato a temperature molto fredde e molto calde e i nostri test hanno dimostrato che non esistono rischi di esplosione. In caso di temperature estreme. Il nostro dispositivo si gonfia a un volume costante, si apre in pochi millisecondi e questo è fondamentale. Perché garantisce che, prima del momento in cui la forza dell’impatto raggiunge il seggiolino, l’airbag si sia già attivato per proteggere il bambino“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 28-10-2022


F1, Gran Premio Messico 2022: ecco gli orari e dove vedere il GP

F1, Hamilton: “Il primo giro poteva essere sufficiente”